“Incontri con la chitarra”, XXX edizione, Milano

“INCONTRI CON LA CHITARRA” – XXX edizione del festival

Ateneo della Chitarra

con il Patrocinio del Comune di Milano

in memoria di Rocco Peruggini

2 e  9  APRILE 2011

Milano, Palazzina Liberty

Da più di vent’anni il Festival degli INCONTRI CON LA CHITARRA è il più importante evento dedicato alla chitarra presente a Milano.

La manifestazione è organizzata dall’Ateneo della Chitarra, Associazione culturale senza fine di lucro, il cui scopo è quello di diffondere la conoscenza e la pratica della chitarra classica attraverso l’organizzazione di corsi, concerti, mostre di liuteria, campus estivi e, da poco, anche pubblicando una nuova rivista trimestrale – “la Guitarra” – con DVD allegato ad ogni numero.

Fra gli ospiti delle edizioni precedenti figurano i più importanti e rappresentativi nomi della chitarra classica, quali Alirio DIAZ, Eliot FISK, Alberto PONCE, Lorenzo MICHELI e Stefano GRONDONA.

Questa, che sarà la XXIX edizione, come le precedenti sarà dedicata a Rocco PERUGGINI, direttore dell’Ateneo della Chitarra e direttore artistico del festival “Incontri con la Chitarra”, purtroppo scomparso in un tragico incidente nel 2007. La sua perdita ha lasciato in tutti noi, amici prima che collaboratori, un vuoto difficile da riempire e la volontà di portare avanti tutto ciò che è nato dalla sua inesauribile energia.

Luogo: Palazzina Liberty, Milano, L.go Marinai d’Italia (Bus 45, 66, 73, 92; tram 27, 12)

Orari: concerti serali, ore 20.45; Expo-concerto di liuteria, ore 15.

Ingressi: concerti serali € 8 / sabato 9 ore 15 (Expo-liuteria) gratuito.

Sabato 2 aprile 2011, dalle ore 20.45

SOLODUO: MATTEO MELA & LORENZO MICHELI

Musiche di Castelnuovo-Tedesco, Granados, Debussy, Bach, Petit

Programma: M. Castelnuovo-Tedesco, Preludio e fuga op.199 n.4, 17, 10, 24 e Fuga elegiaca; E. Granados, Intermedio da “Goyescas”; C. Debussy, Clair de lune; J.S. Bach, Suite francese n.5 BWV816; P. Petit, Toccata

SoloDuo – Matteo Mela & Lorenzo Micheli, chitarre

Matteo Mela e Lorenzo Micheli si sono incontrati nell’autunno del 2000. Pochi anni più tardi hanno formato un duo che ha suonato in tutta Europa, negli Stati Uniti e in Canada, in Asia e in America latina, dalla Carnegie Hall di New York alla Konzerthaus di Vienna, dalla Sejong Hall di Seoul alla National Concert Hall di Dublino. Di loro il Washington Post ha scritto: “Extraordinarily sensitive, with effortless command and an almost unbearable […]: profound and unforgettable musicianship of the highest order”. Oltre al repertorio per chitarra, Matteo e Lorenzo – in trio con il liutista Massimo Lonardi – esplorano e ripropongono la letteratura del ‘600 per arciliuto, chitarra barocca e tiorba.

La loro discografia comprende, tra l’altro, i tre Quartetti op. 19 di François de Fossa (Stradivarius), i Duos Concertants di Antoine de Lhoyer (Naxos), un’antologia di capolavori per due chitarre del XX secolo (Solaria, Pomegranate), un disco sulla musica del ’600 italiano per tiorba e chitarra barocca (Stradivarius), una raccolta di opere da camera di Mauro Giuliani (Amadeus), l’antologia di autori ottocenteschi Noesis (Pomegranate) e le Sonate di Ferdinand Rebay (Stradivarius), oltre alla registrazione integrale dei 24 Preludi e fughe di Mario Castelnuovo-Tedesco (di prossima pubblicazione) e a una decina di lavori solistici per le etichette Brilliant, Kookaburra, Naxos e Stradivarius.

Per ulteriori informazioni, www.soloduo.it, www.matteomela.it e www.lorenzomicheli.com.

“SoloDuo’s Carnegie Hall concert was one of the more memorable concerts of the Weill season. It is hard to say what left more of an impression: their remarkable blend, their sublime artistry or their impeccable technique. Do not miss a chance to hear them.”

The New York Concert Review

Apre il concerto

SERENA SALONI

Musiche di Kellner, Sor, Sainz De La Maza, Rodney Bennet, Castelnuovo-Tedesco, Murtula

Programma: D. Kellner, Fantasia in La maggiore; F. Sor, Introduzione, Tema e Variazioni sull’aria  “Oh cara armonia” da Il Flauto Magico di Mozart, op.9; E. Sainz De La Maza, Homenaje a Toulouse-Lautrec; R. Rodney Bennet, Five Impromptus; M. Castelnuovo-Tedesco, Tarantella op.87b; G. Murtula, RStudio, Tarantella.

Serena Saloni

Nata a Pisogne (Brescia) nel 1997, ha iniziato lo studio della chitarra classica con il maestro Girolamo Cocchi. Dall’anno accademico 2007/08 frequenta il Conservatorio di Darfo Boario Terme (BS) nella classe del maestro Bruno Giuffredi.

Nel 2008 ha vinto il primo premio al V concorso europeo di chitarra classica “città di Gorizia”, il primo premio assoluto alla 14o concorso nazionale “Giulio Rospigliosi” di Lamporecchio (PT), il primo premio al concorso “Rovere d’oro” di san Bartolomeo Mare (IM) e il primo premio al concorso “Rocco Peruggini” di Locate Triulzi (MI). Nel marzo 2010 è risultata prima assoluta al Concorso di esecuzione strumentale “Città di Rho”.

Nell’anno accademico 2009-2010 è risultata vincitrice del premio “Marenzio” indetto dal Conservatorio di Brescia come miglior alunna degli istituti di Brescia e sezione staccata di Darfo Boario Terme.

Si è inoltre classificata prima assoluta nel VI concorso “Arte a sei corde” di Modena (2010) e al Terzo concorso “Rocco Peruggini” nella categoria fino ai 18 anni (ottobre 2010 Milano).

Come giovane promessa del mondo chitarristico Serena è stata invitata presso la RAI per una trasmissione televisiva, e al XIV convegno Internazionale chitarristico di Alessandria.

Serena Saloni, suona con una chitarra costruita da Fabio Zontini nel 2010 ispirata a Pietro Gallinotti.

Sabato 9 aprile 2011, dalle ore 20.45

LUIGI ATTADEMO

Musiche di Scarlatti, Bach, Barrios, Villa-Lobos

Programma: D. Scarlatti, Sonate K490, K1, K213; A. Barrios, La Catedral; H. Villa-Lobos, Preludi 4,3 e 1, Studi 5, 11, 7; J.S. Bach, Ciaccona dalla Partita BWV1004

Luigi Attademo inizia la sua parabola artistica laurendosi terzo al “Concours International d’Exécution Musicale” di Ginevra del 1995. Nato nella scuola del chitarrista-compositore Angelo Gilardino, conta tra i suoi maestri Giovanni Guanti, Julius Kalmar, Alessandro Solbiati, Emilia Fadini.

Laureato in Filosofia con una tesi sull’interpretazione musicale, ha pubblicato diversi articoli di stampo musicologico ed estetico, collaborando con riviste specializzate e presentando il suo lavoro a Radio3 e Radio Toscana Classica. Ha registrato sette CD, tra cui monografie dedicate alle Sonate di Domenico Scarlatti, a J. S. Bach, alle opere inedite ritrovate nell’Archivio Segovia e ai Quintetti di Luigi Boccherini. La rivista Guitar Review di New York gli ha dedicato alla fine del 2007 un’intervista ripubblicando alcune sue registrazioni. Come musicologo, nell’ottobre del 2002 ha curato la catalogazione dei manoscritti segoviani, rinvenendo opere sconosciute di autori come Tansman, Pahissa, Cassadò e pubblicando il catalogo nella rivista spagnola “La Roseta” (2008).Dedica la gran parte della sua attività alla musica da camera e a progetti monografici, tra cui la recente registrazione integrale delle Suites per liuto di Bach (in uscita nel 2011) e un progetto su Paganini e la musica contemporanea. Nell’anno 2010 ha tenuto seminari e concerti alla Royal Academy of Music (Londra) e alla Melbourne University sul repertorio di A. Segovia.

Apre il concerto

BETTY MAGDALENA TREVISAN VEROES

Musiche di Roncalli,, Giuliani, Tortora, Wedlich, Barrios, Lauro

Programma: L. Roncalli, Suite; M. Giuliani, Tre studi; G. Tortora, Sonatina Lauriana; U. Wedlich, Valse; A. Barrios, La Catedral; A. Lauro, La Gatica, Andreina vals

Betty Magdalena Trevisan Veroes ha iniziato lo studio della chitarra a sei anni sotto la guida della madre Adriana Veroes, chitarrista venezuelana allieva di Alirio Diaz.

Ha  vinto il primo premio assoluto in importanti concorsi nazionali ed internazionali,  a Milano, al  Concorso Europeo di chitarra classica “Enrico Mercatali” di Gorizia, al “Giulio Rospigliosi” di Lamporecchio (Pistoia). Nel mese di febbraio di quest’anno ha vinto il secondo premio al Rago International Competition a Stoccarda in Germania.

In Venezuela  è stata ospite di programmi televisivi e radiofonici e in Italia è stata invitata dalla Rai. Recentemente ha partecipato a Caracas ai concerti in omaggio al maestro Antonio Lauro, e ha debuttato come giovane talento al Convegno Internazionale di Chitarra di Alessandria che si tiene durante il Concorso “Michele Pittaluga”. Il compositore Giorgio Tortora le ha dedicato una sonatina che ha registrato per la casa editrice D’Oz pubblicata recentemente.

Betty studia al conservatorio Benedetto Marcello di Venezia da tre anni, ha studiato chitarra con i maestri Tommaso De Nardis e Sandro Torlontano.

Suona una chitarra del liutaio ispano-venezuelano Ramon Blanco.

Sabato 9 aprile 2011, ore 15

Expo-Concerto di Liuteria

Esporranno una decina liutai.

Ore 15: per ogni strumento ci sarà una breve presentazione e saranno eseguiti due brani (uno a carattere melodico, l’altro polifonico).

A seguire: prova degli strumenti da parte del pubblico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Perché non dire la tua? Leggi e accetta la Policy sui commenti