Thomas Hampson, baritono. Wolfram Rieger, pianoforte

Il baritono Thomas Hampson

Lunedì 28 marzo 2011, ore 20, Teatro alla Scala.

Baritono americano, vanta una importante carriera internazionale di interprete liederistico, operistico e discografico, con un vivo interesse per l’insegnamento, la ricerca e la tecnologia. Si è esibito nelle sale da concerto e nei teatri d’opera più importanti del mondo con molti fra i più noti cantanti, pianisti, direttori e orchestre del nostro tempo. Considerato fra i più prestigiosi interpreti del Lied romantico tedesco, col suo noto progetto “Song of America” è diventato l’ “ambasciatore” del song americano. Tramite la  “Hampsong Foundation”, fondata nel 2003, egli si avvale dell’arte del song per promuovere il dialogo e l’intesa interculturali.

Una parte significativa della sua stagione 2010-11 è dedicata a performances celebrative del 150° anniversario della nascita e del 100° della morte di Gustav Mahler. Riconosciuto come il massimo interprete odierno dei Lied mahleriani, li presenta   in molte capitali musicali internazionali con orchestre quali Wiener Philharmoniker, New York Philharmonic, NDR Sinfonieorchester, Gustav Mahler Jugendorchester e Filarmonica Ceca e con direttori quali Alan Gilbert, Manfred Honeck, Mariss Jansons, Philippe Jordan e Antonio Pappano. Ha presentato i Lied mahleriani in una serie di recital a Berlino, Monaco di Baviera, Amburgo, Vienna, Zurigo, Londra, Amsterdam, Parigi, Milano, Madrid e Oslo nonché  l’integrale dei Lied, nella sua veste di “Mahler Artist-in-Residence”, alla Elbphilharmonie di Amburgo. Nel gennaio di quest’anno è uscita la sua nuova registrazione dei Lied da  Des Knaben Wunderhorn con i Wiener Virtuosen – un ensemble senza direttore che riunisce i principali elementi dei Wiener Philharmoniker.

Altri momenti importanti della presente stagione includono: la serata inaugurale come protagonista in una nuova produzione del Macbeth verdiano all’Opera di Chicago; tre concerti “straussiani” con Renée Fleming e i Berliner Philharmoniker; selezioni dagli American Songbooks di George Crumb con la Chamber Music Society del Lincoln Center; e la prima mondiale di Laura Sonnets di William Bolcom, composti  espressamente per lui. In Svizzera interpreta all’Opera di Zurigo I masnadieri di Verdi e Parsifal di Wagner diretti da Adam Fischer e da Daniele Gatti; compare inoltre in una serie di opera galas.

Cresciuto a Spokane (Stato di Washington), ha ricevuto molte onorificenze e premi in riconoscimento delle sue doti artistiche e culturali. La sua discografia comprende oltre 150 album – alcuni vincitori di  un Grammy Award, due Edison Prizes e un Grand Prix du Disque. Vanta lauree ad honorem della Manhattan School of Music, del Whitworth College (Stato di Washington) e del Conservatorio di San Francisco. È membro onorario della Royal Academy of Music di Londra, e vanta i titoli di Kammersänger della Staatsoper di Vienna e di “Chevalier de l’Ordre des Arts et des Lettres” della Repubblica Francese; nel 2008 è stato nominato “Special Advisor to the Study and Performance of Music in America” da James H. Billington, bibliotecario della Library of Congress. Nel 2010 è stato eletto membro della “American Academy of Arts and Sciences” e ha ricevuto il “Living Legend Award” dalla Library of Congress.

www.thomashampson.com

Programma


Franz Schubert

Da “Schwanengesang” D 957

Der Atlas

Ihr Bild

Das Fischermädchen

Die Stadt

Am Meer

Der Doppelgänger

Franz Liszt

Im Rhein im schönen Strome R 567

Anfangs wollt’ ich fast verzagen R 602

Vergiftet sind meine Lieder  R 608

Ihr Auge (Nimm einen Strahl der Sonne) R 600

Es rauschen die Winde R 596

Die drei Ziguener R 612

________

Gustav Mahler

Da Lieder und Gesänge aus der Jugendzeit

Erinnerung

Lieder da Des Knaben Wunderhorn

Ich ging mit Lust durch einen grünen Wald

Aus! Aus!

Nicht wiedersehen!

Der Schildwache Nachtlied

Lied des Verfolgten im Turm

Das irdische Leben

Das himmlische Leben

Urlicht


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Perché non dire la tua? Leggi e accetta la Policy sui commenti