La Tosca “sabotata”. Domingo scrive al Washington Post

[wide][/wide]

Le recensioni negative non piacciono a nessuno. Se però sono motivate  e articolate nell’ambito della funzione della critica (quindi costruttive) di solito ne viene riconosciuto il valore. Placido Domingo in 50anni di carriera ha sempre accettato le critiche negative. Però questa volta ha sentito di dover intervenire in merito alla recensione della Tosca scritta da Anne Midgette il 12 settembre scorso sul Washington Post, scrivendo per la prima volta nella sua vita una lettera di lamentele ad un giornale, pubblicata oggi. Motivo? La sua interpretazione della Tosca alla Washington National Opera, definita una Tosca sabotata. Ecco un passaggio dell’articolo:

All the performances were hampered, indeed sabotaged, by the conducting. Placido Domingo, appearing for the first time since stepping down as general director, is a wonderful singer. But rather than supporting the singers, his conducting either drowned them out or tripped them up. He got warm applause, but I’m not sure his presence sells enough tickets to make up for spoiling the evening. Surely there are other ways to include him in WNO’s future.

Naturalmente non è mancata la replica del critico musicale.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'autore: Simeone Pozzini

È pianista e critico musicale. È stato tra i fondatori e successivamente direttore artistico del Festival ContemporaneaMente di Lodi. Ha registrato per Stradivarius. Ha fondato e dirige Il Corriere Musicale. È stato tra i collaboratori del canale televisivo Classica in onda su Sky.

Perché non dire la tua? Leggi e accetta la Policy sui commenti