Sisillo, nuovo podio per i Virtuosi Italiani

[box bg=”#FF9900″ color=”#000000″]

XIII Stagione Concertistica de I Virtuosi Italiani. Domenica 13 novembre, ore 11. Biglietti da 13 a 16 euro, per informazioni 045.8006411 – 393.9956189 – segreteria.artistica@virtuosiitaliani.it

[/box] [wide] [/wide]

Domenica 13 novembre ore 11 in Sala Maffeiana a Verona il debutto del nuovo direttore artistico dell’orchestra veronese

Proseguono in Sala Maffeiana a Verona le matinée musicali della XIII Stagione Concertistica de I Virtuosi Italiani. Il concerto di domenica 13 novembre alle ore 11 vedrà il debutto sul podio dei Virtuosi Italiani di Aldo Sisillo, nuovo direttore artistico dell’orchestra veronese, per condurre Andrea  Leasi al corno e Teira Yamashista, giovane violinista di origine giapponese primo premio assoluto al concorso “Salieri” di Legnago. Il programma apre con la  “Sinfonia n. 40 KV 550” di W. A. Mozart e vedrà l’esecuzione del “Concerto per corno n. 1 K 412” e nelle “Romanze per violino e orchestra n. 1 op. 40 e n. 2 op 50” di L.v. Beethoven.

La nomina di Aldo Sisillo, già direttore artistico della Fondazione Teatro Comunale di Modena, del Festival delle Nazioni di Città di Castello e docente presso il Conservatorio Arrigo Boito di Parma, era stata ufficializzata lo scorso ottobre durante la conferenza stampa di presentazione della nuova Stagione Concertistica de I Virtuosi Italiani, e così commentata dal violinista Alberto Martini nel passare il testimone: «Nell’ottica di non volersi chiudere a riccio, ma anzi di cercare un confronto stimolante aumentando e allargando sempre più la qualità delle nostre proposte artistiche, dal punto di vista degli interpreti, della varietà della programmazione musicale e  della trasversalità delle proposte, abbiamo deciso di affidare la direzione artistica de I Virtuosi Italiani ad Aldo Sisillo, di cui abbiamo grande stima e con cui collaboriamo già da diversi anni. Io continuerò a collaborare con il nuovo direttore artistico e a ricoprire il ruolo di konzertmeister dell’orchestra».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Perché non dire la tua? Leggi e accetta la Policy sui commenti