Otto link della settimana


Web Notizie interessanti e curiose dalle principali pubblicazioni online straniere


a cura di Patrizia Luppi (hanno collaborato Laura Bigi e Simeone Pozzini)


1

La Mahler Chamber Orchestra si impegna in un progetto speciale che coinvolge attraverso la musica i bambini non udenti o affetti da disturbi dell’udito. L’iniziativa Feel the Music toccherà oltre quaranta città in tutta Europa da ora fino al 2015. Il pianista Leif Ove Andsnes racconta la sua toccante esperienza. The Guardian.


2

Cecilia Bartoli spiega perché era importante che sulla copertina del suo ultimo album apparisse come un prete calvo. Intervista di Adam Sweeting per The Telegraph.


3

A 120 anni dalla nascita di Darius Milhaud, la Francia ricorda uno dei suoi musicisti più originali e prolifici (443 numeri d’opus) anche con un DVD dal titolo Darius Milhaud et sa musique, de la Provence au monde. Notizia di Le Figaro.


4

Il palmarès completo dei premi Diapason d’Or 2012. Tanti nomi celebri (John Eliot Gardiner, Hélène Grimaud, Peter Phillips, William Christie), il riconoscimento all’italiano ensemble Odhecaton con il suo direttore Paolo Da Col e, come “Giovane talento” dall’anno, al 19enne pianista britannico Benjamin Grosvenor.


5

Le notti insonni di due accordatori: motivo, la bellezza di 5.000 canne da preparare per l’imminente concerto inaugurale dell’organo del valore di 2 milioni di dollari recentemente donato alla National Symphony Orchestra (Washington) da David M. Rubenstein, presidente del Kennedy Center. Notizia del Washington Post.


6

Una riflessione costruttiva sul perché nelle orchestre ci sono più musicisti uomini. Una questione di sessismo?  Miranda Kiek, The Indipendent (nella foto, i Wiener Philharmoniker).


7

Opera dal vivo e online: il canale web tv della Bayerische Staatsoper propone la propria programmazione in streaming e gratis. Assicurano una grande qualità di ripresa:  40 microfoni nella buca dell’orchestra e  fino a sei telecamere. Oggi, alle 19, la Turandot.


8

Il regista Giorgio Barberio Corsetti, impegnato in una produzione del Don Carlo di Verdi in scena dal 29 novembre al Mariinskij di San Pietroburgo con la direzione di Valery Gergiev,  ha rilasciato una intervista sul sito del teatro. Gli argomenti trattati sono l’opera, l’amore e la politica.

© Riproduzione riservata


© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'autore: Patrizia Luppi

Giornalista professionista, fa parte dell’Associazione nazionale dei critici musicali. È stata a lungo redattrice di due riviste specializzate, prima Musica Viva e poi Amadeus; nel frattempo ha svolto numerose altre attività, in particolare collaborando con quotidiani (è stata fra l’altro il critico musicale del dorso milanese de La Stampa), con testate settimanali e mensili, con Rai RadioTre e con RaiSat Show. Per un decennio direttore responsabile di Esz News, quadrimestrale delle Edizioni Suvini Zerboni, conserva tuttora uno speciale interesse per la musica contemporanea; attraverso gli studi giovanili di canto, con maestre come Rosetta Noli e Carla Castellani, e quelli di recitazione svolti in età più matura, ha coltivato l’amore per l’opera lirica e per la musica vocale da camera. È vicedirettore del Corriere Musicale

Perché non dire la tua? Leggi e accetta la Policy sui commenti