Bologna, Baby BoFe’ 2013

[wide]
[/wide]

Sesta edizione della rassegna di musica classica per bambini ideata da Bologna Festival, parte di un più ampio programma di educazione musicale rivolto a giovani e giovanissimi


La Principessa Sissi, Petruška, Il Barone di Münchhausen I musicanti di Brema sono le quattro nuove produzioni scelte per l’edizione 2013 di Baby BoFe’, con un programma che spazia dal Barocco al Novecento pensato per avvicinare i più piccoli al repertorio della musica classica, divertendoli con allestimenti teatrali e fantasiose scenografie. Si comincerà dunque domenica 20 gennaio presso il Teatro dell’Antoniano con Sissi, dove protagonista è la musica di Schönberg con le sue trascrizioni di alcuni noti valzer di Johann Strauss e un’opera giovanile quale i Tre pezzi op.11 per pianoforte. Lo spettacolo si inserisce nel progetto interdisciplinare “The Schönberg Experience” che vede coinvolte numerose istituzioni culturali bolognesi in collaborazione con lo Schönberg Center di Vienna. Si proseguirà poi domenica 10 febbraio con Petruška, balletto composto da Igor Stravinskij per i famosi Ballets Russes di Diaghilev, mentre i racconti stralunati del Barone di Münchhausen (3 marzo) che un bel mattino ritrova il suo cavallo appeso al campanile di una chiesa e la celebre favola dei Musicanti di Brema (24 marzo) verranno proposti ai bambini sotto il segno della musica barocca: Bach, Rameau e Couperin nella genialità delle loro invenzioni musicali per tastiera.

Gli spettacoli di Baby BoFe’, nelle repliche del lunedì mattina, sono arricchiti di una specifica sezione didattica  – rivolta a bambini e insegnanti – che mira a creare una maggiore familiarità con il linguaggio musicale, mediante schede di approfondimento (giochi, disegni, percorsi esplicativi) e un divertente quiz musicale proposto a fine spettacolo. Inoltre da quest’anno Baby BoFe’ porta la musica direttamente nelle scuole, con l’intento di facilitare la partecipazione degli istituti situati in provincia. I Musicanti di Brema verrà infatti proposto in forma scenicamente ridotta nelle scuole stesse che ne fanno richiesta, per un minimo di 80 partecipanti.

Per maggiori informazioni:  www.bolognafestival.it

© Riproduzione riservata


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Perché non dire la tua? Leggi e accetta la Policy sui commenti