Otto link della settimana

637


Web Notizie interessanti e curiose dalle principali pubblicazioni online straniere


a cura di Patrizia Luppi (hanno collaborato Laura Bigi e Mario Leone)


1

Sulle pagine di Die Welt è in corso un dibattito sul malessere che affligge il mondo dell’opera lirica: la risposta di Ioan Holender, fino al 2010 direttore per quasi vent’anni della Staatsoper di Vienna (e attivo come baritono egli stesso in gioventù), è sferzante: sono sempre di più i cantanti che seguono il richiamo del denaro, trascurando il resto.


2

La bella storia della Cateura Orchestra of Recycled Instruments, che in Paraguay costruisce i suoi strumenti utilizzando i rifiuti: composta da 30 ragazzi in età scolare, è nata per merito di un tecnico appassionato di musica. Servizio di The Guardian.

orchestra2


3

Un ritratto-intervista di Maurizio Pollini sul Wall Street Journal dopo il suo recente ritorno alla Carnegie Hall di New York: per chi lo considera un musicista dalla tecnica perfetta, ma dall’approccio freddo…

maurizio-pollini_237698


4

È unico al mondo il claviorgano Hauslaib del Museo de la Música di Barcellona: costruito alla fine del XVI secolo, è dotato di una sola tastiera che gli permette di produrre contemporaneamente sia il suono di un organo portativo sia quello di un clavicembalo. Rimasto silenzioso per 400 anni, dopo un minuzioso restauro è ora ritornato a suonare. Ne parla La Vanguardia.

claviorg


5

26 anni, francese, il direttore d’orchestra Lionel Bringuier è già nel pieno di una carriera internazionale d’alto livello: dopo sei anni alla Los Angeles Philharmonic, si prepara a diventare nel 2014 direttore musicale della Tonhalle di Zurigo. Tra i teatri che l’hanno già ingaggiato, anche la Scala. L’ha intervistato Le Parisien.

bringuier


6

Lo dicono pure i britannici: le arti sono uno strumento prezioso dell’economia, sono fondamentali anche da questo punto di vista per il successo di una nazione. Approfondimento di The Telegraph.

Public domain image, royalty free stock photo from www.public-domain-image.com


7

A colloquio con El País, Vladimir Ashkenazy si racconta, parlando del suo rapporto con il pianoforte e del suo sempre vivo interesse per la direzione d’orchestra.

ashkenazy


8

La prima edizione degli International Opera Awards, premi assegnati dall’inglese Opera Magazine, ha visto nel corposo elenco di vincitori (da Anthony Pappano a Dmitri Tcherniakov, da Nina Stemme a Jonas Kaufmann) anche il trentenne direttore d’orchestra italiano Daniele Rustioni, come riporta il London Evening Standard.

rustioni-daniele96

© Riproduzione riservata


© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'autore: Patrizia Luppi

Giornalista professionista, fa parte dell’Associazione nazionale dei critici musicali. È stata a lungo redattrice di due riviste specializzate, prima Musica Viva e poi Amadeus; nel frattempo ha svolto numerose altre attività, in particolare collaborando con quotidiani (è stata fra l’altro il critico musicale del dorso milanese de La Stampa), con testate settimanali e mensili, con Rai RadioTre e con RaiSat Show. Per un decennio direttore responsabile di Esz News, quadrimestrale delle Edizioni Suvini Zerboni, conserva tuttora uno speciale interesse per la musica contemporanea; attraverso gli studi giovanili di canto, con maestre come Rosetta Noli e Carla Castellani, e quelli di recitazione svolti in età più matura, ha coltivato l’amore per l’opera lirica e per la musica vocale da camera. È vicedirettore del Corriere Musicale

C'è un commento all'articolo

Perché non dire la tua? Leggi e accetta la Policy sui commenti