Microstagione 2013

[wide] klein

[/wide]

Novecento • Una piccola rassegna di musica contemporanea nel cuore di Milano, nata per iniziativa di giovani compositori, interpreti e musicologi


di Cecilia Malatesta


Stasera alle 21.00 presso la sede degli Amici del Loggione, via Silvio Pellico 6 a Milano si terrà il terzo appuntamento di Microstagione, la rassegna a cura dell’Associazione per lo Studio e la Promozione della Musica Contemporanea, neonata attività che riunisce giovani compositori, interpreti e musicologi del Conservatorio di Milano. Ha come simbolo l’International Klein Blue, nuance (punta di diamante della ricerca artistica di Yves Klein) che è segno di libertà artistica e di irripetibilità, spiazzante alla vista, portatrice di sensazioni forti e impreviste. Ogni concerto non è solo un’occasione per tastare con mano le nuove vie dell’attività compositiva ma è il culmine di un grande lavoro di squadra, un vero momento di formazione sia per gli interpreti – molti dei quali estranei per loro formazione al repertorio contemporaneo – sia per i compositori che acquisiscono conoscenze autentiche e approfondite della tecnica interpretativa e dello strumento per il quale scrivono. Articolato ed eterogeneo il programma concerto di questa sera, nel quale saranno eseguite opere di Maurizio Azzan, Giorgio Colombo Taccani, Gabriele Cosmi, Bruno Mantovani, Christian Lauba, Mauro di Vincenzo, Giulia Lorusso, Franco Donatoni, Irlando Danieli, Laura Zanoli.

A seguito del concerto, dibattito (non solo per gli addetti ai lavori) condotto da Alfonso Alberti.

Ingresso gratuito, per ulteriori informazioni www.microstagione.eu


© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'autore: Cecilia Malatesta

Nata a Milano nel 1986, dopo svariati anni di studi pianistici classici, decide di dedicarsi alla musica dal punto di vista teorico; si laurea così in Beni culturali, indirizzo musicologico, con una tesi sulle musiche di scena di Gipo Gurrado per il teatro di “Quelli di Grock”. Dopo un periodo di studio all’Université Rabelais di Tours (2009-2010), si innamora della Francia medievale e termina gli studi magistrali sotto la guida di Davide Daolmi con una tesi che propone una rilettura del mecenatismo musicale di Eleonora d’Aquitania. Ha collaborato con il Comune di Abbiategrasso alla realizzazione del Festival di teatro urbano “Le strade del teatro” (edizione 2007) e con l’Ufficio Ricerca Fondi Musicali della Biblioteca Nazionale Braidense. Attualmente è collaboratrice Rilm Italia e cerca la propria strada, sognando che s’incroci con quella della musica antica.

Perché non dire la tua? Leggi e accetta la Policy sui commenti