Otto link della settimana

bruno-bartoletti


Web  Notizie interessanti e curiose dalle principali pubblicazioni online straniere


a cura di Patrizia Luppi (ha collaborato Simeone Pozzini)


1

Il rimpianto Bruno Bartoletti, scomparso una settimana fa il giorno prima del suo 87esimo compleanno, per mezzo secolo ebbe stretti rapporti con la Lyric Opera di Chicago, di cui fu anche il direttore artistico per più di vent’anni, apportando importanti contributi al repertorio e invitando più volte colleghi italiani. Il Chicago Tribune ricorda in un circostanziato articolo la sua figura e il suo impegno per la musica.


2

Secondo Peter Sellars, noto tra l’altro per una rivoluzionaria regia della trilogia di Mozart e Da Ponte che negli anni ’80 fece scalpore, il compositore salisburghese «ha inventato l’opera politica». Nell’intervista a Le Figaro, Sellars sostiene inoltre che il teatro musicale dovrebbe compromettersi di più con la realtà contemporanea e abbandonare controproducenti ideali di purezza assoluta.

operanewsSELLARSAwrdhdl412


3

I musicisti dell’Ensemble della Radio e Televisione nazionale greca (ERT) lanciano un appello in merito alla situazione estremamente critica che stanno vivendo e alle preoccupazioni per l’informazione libera. Notizia di ArtsJournal.com.

bavaglio-informazione


4

Tutti sanno che Stravinskij fu al centro di un parapiglia alla prima esecuzione del suo Sacre du printemps al Théâtre des Champs-Élysées, ma che dire degli spettatori infuriati nella stessa sede per Déserts di Varèse (un critico invocò la fucilazione per il compositore), l’aggressione a Messiaen e altri casi ancora, tra sberloni e colpi di borsetta? Le Monde si chiede scherzosamente se non sia il peculiare microclima della sala parigina a scatenare la violenza.

Paris_TCE


5

Un’aria finora sconosciuta della Medea di Cherubini, cancellata sul manoscritto originale dal compositore (forse con la stessa sostanza che usava per lucidarsi le scarpe), è stata riportata alla luce grazie all’indagine ai raggi X effettuata da scienziati di Manchester (UK) e Stanford (California). Servizio del quotidiano cileno La Tercera.

xray-cherubini


6

Purcell, Shakespeare, Heine, Stifter: musica e testi della nuova opera di Helmut Oehring, Aschemond oder The Fairy Queen, hanno molti debiti (dichiarati) con i grandi del passato. In un incontro con il compositore tedesco, il Tagesspiegel ha indagato sulle ragioni delle sue scelte. La prima assoluta si tiene questa sera allo Schiller Theater di Berlino con la direzione di Johannes Kalitzke e la regia di Claus Guth. Repliche fino al 28 giugno.

Komponist Helmut Oehring


7

Quanto è viva oggi nella percezione pubblica l’idea delle Big five statunitensi (Boston Symphony Orchestra, Chicago Symphony Orchestra, Cleveland Orchestra, New York Philharmonic, Philadelphia Orchestra)? La discussione è oggi forse desueta, tuttavia il New York Times ritorna sull’argomento: spunti e riflessioni.

bigfive


8

Davide Livermore, regista italiano di opera e prosa con un passato da cantante lirico, è il nuovo direttore artistico del Centre de Perfeccionament Plácido Domingo di Valencia, scelto con il benestare del grande tenore. Negli anni passati l’incarico era stato affidato a Ruggero Raimondi e Alberto Zedda. La notizia, già data in febbraio, è stata ripresa dal periodico digitale spagnolo lasprovincias.es

Livermore

© Riproduzione riservata


© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'autore: Patrizia Luppi

Giornalista professionista, fa parte dell’Associazione nazionale dei critici musicali. È stata a lungo redattrice di due riviste specializzate, prima Musica Viva e poi Amadeus; nel frattempo ha svolto numerose altre attività, in particolare collaborando con quotidiani (è stata fra l’altro il critico musicale del dorso milanese de La Stampa), con testate settimanali e mensili, con Rai RadioTre e con RaiSat Show. Per un decennio direttore responsabile di Esz News, quadrimestrale delle Edizioni Suvini Zerboni, conserva tuttora uno speciale interesse per la musica contemporanea; attraverso gli studi giovanili di canto, con maestre come Rosetta Noli e Carla Castellani, e quelli di recitazione svolti in età più matura, ha coltivato l’amore per l’opera lirica e per la musica vocale da camera. È vicedirettore del Corriere Musicale

Perché non dire la tua? Leggi e accetta la Policy sui commenti