Monthly Archives: Ottobre 2014

Donaueschinger Musiktage 2014

Donaueschinger Musiktage 2014

I Donaueschinger Musiktage hanno proposto anche quest’anno un’interessante serie di prime esecuzioni mondiali (tutte commissioni del Südwestrundfunk-SWR) sotto il segno degli approcci multidisciplinari nella musica. Il titolo della rassegna, «Und+», voleva infatti suggerire una nuova figura di compositore

«Švanda, dudák», prima italiana a Palermo

«Švanda, dudák», prima italiana a Palermo

È iniziata con le parole di solidarietà all’organico orchestrale e corale dell’Opera di Roma – in vista dei licenziamenti di massa previsti per l’inizio del 2015 –, la prima di Švanda, dudák di Jaromír Weinberger andata in scena il 19 ottobre scorso al Teatro Massimo di Palermo nell’allestimento della Semperoper di Dresda con regia di Axel Köhler, scene di Arne Walther, costumi di Henrike Bromber e luci di Fabio Antoci.

Una «Butterfly» essenziale a Padova

Una «Butterfly» essenziale a Padova

«Via soprattutto movimenti zuccherati e lezioni, atteggiamenti giapponesi». Così, mentre disponeva sapientemente in magazzino gli alberelli fioriti e i giardinetti di rocce, Beni Montresor si apprestava a mettere in scena, nella stagione 1995-96 al Carlo Felice di Genova, una Butterfly depurata da tutto il calligrafismo che ha costruito ai nostri occhi il Giappone, dai Samurai a Mazinga.

«La forza del destino», grandi voci al Festival Verdi

«La forza del destino», grandi voci al Festival Verdi

Su quasi tutto lo svolgimento del corrente Festival Verdi si estende l’ombra del più importante sforzo produttivo di quest’anno: La forza del destino, per cinque recite al Teatro Regio di Parma (10-28 ottobre). L’allestimento scenico non è una novità: è lo stesso con il quale era già stata inaugurata, nel 2011, la stagione lirica del teatro parmigiano.

Opera di Roma, rimarrà solo il “diritto al mugugno”?

Opera di Roma, rimarrà solo il “diritto al mugugno”?

La libertà di pensiero è un diritto, così come quella di parola. Non dovrebbero però essere tollerate affermazioni false e non documentate, in un dibattito culturale e politico che investe aspetti decisivi della vita del paese. È una maniera disonesta di affrontare i problemi e sposta l’asse della discussione sul terreno della manipolazione e della falsificazione.

Monteverdi e la consolazione della musica

Monteverdi e la consolazione della musica

«Compagna e consolazione della vita»: così Rinaldo Alessandrini, in una sua pubblicazione su Claudio Monteverdi di qualche anno fa, definisce ciò che per lui è stata la musica di questo compositore. Un rapporto, quello tra Alessandrini e Monteverdi, che funziona ancora a meraviglia, come testimonia il concerto di apertura per la serie Calliope dell’Istituzione Universitaria dei Concerti dell’Università di Roma La Sapienza

Teatro Zandonai di Rovereto, nuova riapertura

Teatro Zandonai di Rovereto, nuova riapertura

I cinquecento posti a sedere avvolti dai toni dell’arancione e dell’azzurro sono inaugurati con un vero e proprio inno alla gioia per questa restituzione alla comunità: la Nona sinfonia, che Beethoven compose dopo dodici anni di silenzio in questo genere, come dodici sono stati gli anni di silenzio per lo Zandonai. L’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, i solisti e il Coro del Teatro Municipale di Piacenza

Palermo, Festival Nuove Musiche

Palermo, Festival Nuove Musiche

Esistono pochi ensemble vocali che usano le voci con la disinvoltura e sicurezza dei Neue Vocalsolisten. La performance che hanno proposto al Festival Nuove Musiche li ha visti impegnati in diversi organici, dal duo al quartetto e al quintetto, in un repertorio che spaziava dagli anni Settanta del XX secolo alla prima decade del XXI secolo

«Otello» al Regio di Torino

«Otello» al Regio di Torino

Un Otello a tutto tondo quello che al Regio di Torino ha di fatto aperto la stagione teatrale, dopo la Messa da Requiem che lo ha preceduto pochi giorni or sono. Sul podio Gianandrea Noseda in gran forma; ed ora al Regio sembra ormai essere ‘scoppiata la pace’, come ha scritto qualcuno, dopo le polemiche di quest’estate eccessivamente enfatizzate e l’attuale riconferma del sovrintendente Vergnano.

music@villaromana, omaggio a Tomas Tranströmer

music@villaromana, omaggio a Tomas Tranströmer

Si è conclusa domenica scorsa, 5 ottobre, la seconda parte di music@villaromana, il festival fiorentino di musica contemporanea, giunto ormai alla sua quinta edizione. Per tre giorni musica nuova è stata proposta ad un pubblico attento e curioso, che ha riempito la bella villa sulla via Senese, acquistata nel 1905 dal pittore Max Klinger

Mehta e Chailly nel segno del sacro alla Scala

Mehta e Chailly nel segno del sacro alla Scala

Due concerti di grande prestigio hanno riaperto la stagione del Teatro alla Scala dopo la pausa estiva, con un notevole successo di pubblico. Una concomitanza di intenti da parte di Zubin Mehta e di Riccardo Chailly, per nulla programmata, ha offerto l’opportunità di ascoltare a brevissima distanza due capolavori che illustrano secondo prospettive molto differenti tra loro il grande comparto della musica di ispirazione religiosa.