Gesto musicale e il tratto della regìa

Intervista a Rinaldo Alessandrini. Conclusa la trilogia monteverdiana al Teatro alla Scala il raffinato interprete di musica antica ci racconta il suo punto di vista sulla realizzazione delle opere di Monteverdi e sul rapporto con il regista Bob Wilson. Ma anche tanto altro. La didattica? «Equivoca una certa disponibilità tecnica e la promuove a espressione». In aereo? «Ascolto Boulez . . .



Prosegui la lettura di questo articolo o guarda il  contenuto multimediale iscrivendoti al Club dei lettori del Corriere Musicale con un abbonamento Rodolfo, Rodrigo o Conte d'Almaviva