Alma e Gustav, cronache di un disastro annunciato


di Cesare Galla

gustav-mahlerNel 1960, anno del centenario della nascita del compositore, era sicuramente un libro pionieristico. Gustav Mahler, chi era costui? La sua musica si conosceva pochissimo: una nicchia (ancorché monumentale) di cui solo pochi potevano andare alla scoperta, anche perché allora pochi erano i direttori d’orchestra che lo inserivano nei programmi dei concerti o si azzardavano in edizioni discografiche. Figurarsi un libro con i ricordi della moglie e una scelta di lettere di lui a lei. Ci voleva la passione e l’acutezza di uno studioso impegnato come Luigi Rognoni, l’autore di Espressionismo e dodecafonia, grande esperto del Novecento mitteleuropeo e della “Seconda Scuola di Vienna”, per lanciare in Italia, vent’anni dopo la prima edizione assoluta e 14 dopo la prima traduzione inglese, Gustav Mahler. Ricordi e lettere. Quando il testo di Alma Mahler fu pubblicato, non solo il primo studio-storico musicologico italiano era ancora di là da venire (il Gustav Mahler di Ugo Duse sarebbe uscito nel 1963), ma anche a livello internazionale la ricerca stava solo muovendo i primi passi, al di là dei timidi segnali di un revival che poi avrebbe preso le dimensioni di una corrente impetuosa e inarrestabile.



Prosegui la lettura di questo articolo o guarda il  contenuto multimediale iscrivendoti al Club dei lettori del Corriere Musicale con un abbonamento Rodolfo, Rodrigo o Conte d'Almaviva 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'autore: Cesare Galla

Scrive di musica dall'età di 20 anni, quando ancora seguiva gli studi musicologici nelle università di Bologna e Venezia, dopo il liceo classico. A 25 è diventato giornalista professionista e ha lavorato al Giornale di Vicenza come redattore, caposervizio e vice caporedattore fino al dicembre del 2014.Si è occupato di cronaca nera e bianca, di politica, di web e mondo digitale e soprattutto di spettacoli e cultura, guidando fino al 2012 le pagine ad essi dedicate. Contemporaneamente, ha sempre svolto la critica musicale, dal 1996 anche sul quotidiano veronese L’Arena. Negli ultimi 40 anni ha recensito migliaia di concerti e centinaia di rappresentazioni operistiche e ha pubblicato alcuni libri (sulle Sinfonie di Beethoven, sulla storia della Società del Quartetto di Vicenza, sul festival Settimane Musicali al teatro Olimpico, sulle rappresentazioni verdiane nel Veneto, raccontate attraverso cinque lustri di recensioni). Oggi collabora da "cronista di musica" e osservatore del mondo della cultura con Il Corriere Musicale e con la testata veneta di informazione online Vvox. Il suo sito personale d'informazione, musicale ma non solo, è www.cesaregalla.it.

LA SCHEDA DEL LIBRO


Titolo: Gustav Mahler. Ricordi e lettere
Autore: Alma Mahler
Editore: Il Saggiatore
Anno di pubblicazione: 2015
Numero pagine: 426
Prezzo: € 25,00
ISBN: 9788842821038
Dove acquistare:

Perché non dire la tua? Leggi e accetta la Policy sui commenti