Posts Tagged 'Claus Guth'

Grande successo per Tristano , apertura di stagione al Regio di Torino

Grande successo per Tristano , apertura di stagione al Regio di Torino

Apertura di stagione, al Teatro Regio di Torino, la sera del 10 ottobre 2017, nel segno di Wagner. E si è trattato del Tristano e Isotta, opera – si sa – di epocale rilievo per l’evoluzione del linguaggio musicale, il poema della notte e dell’estasi, il trionfo del binomio iper-romantico di eros e thanatos, nel fastoso allestimento dell’Opernhaus Zürich. Sul podio Gianandrea Noseda che del Tristano ha dato una lettura davvero magnifica, accolto a fine serata da convinti e calorosi applausi

Madrid ‘scopre’ il Lucio Silla di Mozart

Madrid ‘scopre’ il Lucio Silla di Mozart

Al Teatro Real l’opera seria è sempre più di casa: da quando Joan Matabosch è diventato il suo direttore artistico, non passa anno senza un’opera di Handel (dopo Alcina e Rodelinda, quest’anno ci sarà Ariodante) e molta attenzione riceve anche il Mozart serio. Al punto che per inaugurare una stagione simbolicamente importante come quella ’17-18, in cui il teatro celebra i duecento anni della sua fondazione e i venti della sua riapertura dopo una radicale ristrutturazione, è stato scelto il Lucio

«Parsifal» al Teatro Real di Madrid

«Parsifal» al Teatro Real di Madrid

Sotto la direzione di Semyon Bychkov e con un cast di cantanti wagneriani di prim’ordine, ha fatto la sua ricomparsa al Teatro Real di Madrid il Parsifal, ambientato in un sanatorio tedesco nel periodo del primo dopoguerra, che il regista tedesco Claus Guth aveva già presentato cinque anni fa sulle scene di Barcellona e Zurigo. Si è trattato su tutti i fronti di uno spettacolo di altissima qualità, accolto con grande calore dal pubblico madrileno. In primo luogo il merito del successo va attribu

«Così fan tutte» al Teatro alla Scala

«Così fan tutte» al Teatro alla Scala

Di un’opera di così difficile definizione come il Così fan tutte si possono tentare oggi letture in grado di andare al di là degli schemi che troppo spesso hanno accompagnato la messa in scena di questo sfuggente capolavoro mozartiano. Nel passato si è visto di tutto, anche alla Scala, con piatti di pastasciutta rovesciati su sfondi vesuviani