Festival del Quartetto Auryn, 2-9 Giugno 2012. Este

Sesta edizione


[pe_estro_slider id=”4″]


Intorno alla produzione cameristica di Debussy e Schubert si dipana l’articolato percorso del Festival del Quartetto Auryn. Sei concerti per ascoltare il longevo quartetto (31anni con la stessa formazione) con la partecipazione dei solisti Peter Orth, il Duo Schemann, Christian Poltéra, Valeriy Sokolov. Il Corriere Musicale seguirà alcune date del festival in live blogging


[twocol_one]

Il Quartetto Auryn suona con invidiabile equilibrio tra abbandono e rigore

 

American RecordGuide

[/twocol_one]
[twocol_one_last]

Abbiamo lasciato la Wigmore pensando solo a Schubert, restituitoci dall’Auryn con una performance drammatica e disinvolta, in modo irresistibile e grandioso

The Times, Londra

[/twocol_one_last]


La Storia


[twocol_one]

Ogni anno da sei a questa parte, nel lato orientale dei Colli Euganei, si svolge nella città di Este (uno dei pià antichi insediamenti della popolazione veneta) il festival del Quartetto Auryn. La formazione è oggi tra le più longeve del panorama quartettistico, poiché in trentuno anni di attività non sono mai cambiati gli elementi. Il Festival ha come protagonista un’idea centrale intorno alla quale si sviluppa il programma. Idea che può essere l’esplorazione di un compositore (nel 2010 il protagonista è stato Schumann, nel 2009 Mendelssohn) o l’accoppiata di compositori lontani per stili ed epoche, come nel caso nell’attuale edizione, che vede l’accostamento di Franz Schubert e Claude Debussy ad altri compositori quali Brahms, Haydn, Ravel, Bach, Mozart.

[/twocol_one]
[twocol_one_last]


[/twocol_one_last]


Il programma


[twocol_one]
Sabato 2 Giugno ore 21.00

Auryn Quartet

Andreas Arndt, violoncello
Matthias Lingenfelder, violino
Jens Oppermann, violino
Stewart Eaton, viola
[/twocol_one]

[twocol_one_last]
Franz Joseph Haydn (1732-1809)
Quartetto in Sol-maggiore Op.54 N° 2 , Hob. III:57
Vivace
Adagio
Menuetto. Allegretto
Finale. Adagio-Presto-Adagio

Claude Debussy (1862-1918)
Quartetto in Sol minore Op.10
Animé et très décidé
Assez vif et bien rythmé
Andantino, doucement expressif
Très moderé-Tres mouvementé et avec passion

Franz Schubert (1797-1828)
Quartetto in Re minore D.810 “La morte e la fanciulla”
Allegro
Andante con moto
Scherzo. Allegro molto
Presto
[/twocol_one_last]


[twocol_one]
Domenica 3 Giugno ore 21.00

Peter Orth, pianoforte

Auryn Quartet

Andreas Arndt, violoncello
Matthias Lingenfelder, violino
Jens Oppermann, violino
Stewart Eaton, viola
[/twocol_one]
[twocol_one_last]
Claude Debussy (1862-1918)
La fille aux cheveux de lin (dal I libro dei Preludi)
L’isle joyeuse
Claire de Lune (dalla Suite bergamasque)

Franz Schubert (1797-1828)
Sonata in La maggiore D.959
Allegro
Andantino
Scherzo : Allegro vivace. Trio : Un poco piu lento
Rondo. Allegretto

César Franck (1822-1890)
Quintetto in Fa minore
Molto moderato quasi lento- Allegro
Lento, con molto sentimento
Allegro non troppo, ma con fuoco

[/twocol_one_last]


[twocol_one]
Martedì 5 Giugno 2012 ore 21

Dinis e Susanne Schemann,
pianoforte a quattro mani

[/twocol_one]

[twocol_one_last]
Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791)
Sonata in Re maggiore K. 381
Allegro
Andante
Allegro molto

Franz Schubert (1797-1828)
Fantasia in Fa minore op. 103, D. 940
Allegro molto moderato – Largo – Allegro vivace – Tempo I

Claude Debussy (1862-1918)
Petite Suite
En bateau – Andantino
Cortège – Moderato
Menuet – Moderato
Ballet – Allegro giusto

Johannes Brahms (1833-1897)
Danze Ungheresi dal I Libro: numeri 1/2/4 e 6
Allegro molto
Allegro non assai-Vivo- Tempo I
Poco sostenuto-Vivace- Molto Allegro-Tempo I
Vivace – Molto sostenuto- Tempo I

[/twocol_one_last]


[twocol_one]
Mercoledì 6 giugno ore 21

Christian Poltéra, violoncello
Matthias Lingenfelder, violino

Auryn Quartet

Andreas Arndt, violoncello
Matthias Lingenfelder, violino
Jens Oppermann, violino
Stewart Eaton, viola

[/twocol_one]

[twocol_one_last]
Johann Sebastian Bach (1685-1750)
Suite n.3 per violoncello solo in Do maggiore BWV 1009
Prélude
Allemande
Courante
Sarabande
Bourée I e II
Gigue

Maurice Ravel (1875-1937)
Sonata per violino e violoncello
Allegro
Très vif
Lento
Vif

Franz Schubert (1797-1828)
Quartetto in Sol maggiore D.887 op.post. 161
Allegro molto moderato
Andante un poco moto
Scherzo. Allegro vivace
Allegro assai
[/twocol_one_last]


[twocol_one]
Venerdì 8 Giugno ore 21.00

Valeriy Sokolov, violino
Christian Poltéra, violoncello
Peter Orth, pianoforte
[/twocol_one]

[twocol_one_last]
Fritz Kreisler (1875-1962)
Liebeslied e Lebesfreud

Tartini/Kreisler
Il Trillo del Diavolo

Claude Debussy (1862-1918)
Sonata per violoncello e pianoforte
Prologue. Lent, sostenuto et molto risoluto
Sérénade. Modérément animé
Final. Animé

Franz Schubert (1797-1828)
Trio in Si bemolle maggiore D 898
Allegro moderato
Andante un poco mosso
Scherzo. Allegro
Rondò. Allegro vivace

[/twocol_one_last]


[twocol_one]
Sabato 9 Giugno ore 21.00

Valeriy Sokolov, violino
Christian Poltéra, violoncello
Peter Orth, pianoforte

Auryn Quartet

Andreas Arndt, violoncello
Matthias Lingenfelder, violino
Jens Oppermann, violino
Stewart Eaton, viola

[/twocol_one]

[twocol_one_last]
Franz Joseph Haydn (1732-1809)
Quartetto Op.103 in re-minore, Hob. III: 83
Andante grazioso
Menuet : ma non troppo presto

Claude Debussy (1862-1918)
Sonata per volino e pianoforte
Allegro vivo
Intermède: Fantasque et léger
Finale : Très animé

Franz Schubert (1797-1828)
Quintetto Op.163 in Do maggiore per due violoncelli
Allegro ma non troppo
Adagio
Scherzo
Allegretto

[/twocol_one_last]


[button size=”big” link=”http://www.aurynquartet.com/este/Este-2012-1.pdf” target=”blank” bg=”#ededed”]Scarica il programma in pdf[/button]


Il Quartetto Auryn


[fourcol_one]
Matthias Lingenfelder, violino

[/fourcol_one]
[fourcol_one]
Jens Oppermann, violino

[/fourcol_one]
[fourcol_one]
Stewart Eaton, viola

[/fourcol_one]
[fourcol_one_last]
Andreas Arndt, violoncello

[/fourcol_one_last]


[twocol_one]

D a oltre vent’anni Auryn, l’amuleto della “Storia Infinita “ di Michael Ende, è il simbolo di uno fra i più celebri quartetti d’archi oggi in attività. Nel corso della sua carriera, il Quartetto Auryn ha tenuto concerti in tutti i centri nodali della vita musicale internazionale, oltre agli inviti ai Festivals di Lockenaus, Gstaad, Bregenz, Lucerna, Kuhmo, Schleswing-Holstein, Berlino. Accanto alle regolari tournées negli Stati Uniti, il quartetto ha suonato in Russia e nell’America del Sud, in Australia e in Giappone. I quattro musicisti che ancor’oggi lo compongono, posero le basi della loro evoluzione artistica grazie agli studi fatti con il Quartetto Amadeus a Colonia e con il Quartetto Guarneri negli Stati Uniti. Nel 1982, un’anno dopo la fondazione, l’Auryn si vede assegnare il primo premio ai concorsi dell’ARD di Monaco e a Portsmouth in Inghilterra e nel 1987 quello delle Radio Europee. Il quartetto Auryn è quartetto in residenza al Festival Schubert della Georgetown University di Washington e ogni anno è invitato alle giornate musicali di Mondsee (Austria). Nell’estate 2003 il gruppo si è esibito al Festival di Salisburgo ed ha interpretato un ciclo in tre parti dedicato a Mendelssohn al Concertgebouw di Amsterdam.

[/twocol_one]
[twocol_one_last]

Particolare successo ha ottenuto nella stagione 2000-2001 il ciclo di otto concerti alla Tonhalle di Dusseldorf dedicati alla musica da camera di Schumann, realizzati assieme alla violista Nobuko Imai, a Brigitte Fassbaender e al quartetto Prazak. Autentico campione della musica contemporanea, il quartetto ha eseguito prime mondiali di molti compositori: Peter Hamel, Maria Cecilia Villaneuva, Charlotte Seither, Brett Dean. Fra i partners dell’Auryn si ricordano: G.Caussé, E.Brunner, T.Zimmermann, B.Pergamenschikov. Nell’estate 2004 il quartetto si è esibito ai Festivals di Edinburgo e delle Fiandre. I prossimi rilevanti appuntamenti vedranno l’esecuzione di tutti i quartetti di Beethoven a Washington e un ciclo dedicato a Schoenberg a Essen.
Dal 2002, la collaborazione con la casa discografica Tacet è stata premiata con un Diapason D’Or- l’integrale di Schubert-, il Premio della critica discografica tedesca – le opere di Hugo Wolf – e il CD Classic Award. Nel corso del 2004, sempre a cura della Tacet è stata ultimata la registrazione di tutti i quartetti per archi di L.v.Beethoven.

[/twocol_one_last]


Dove


[twocol_one]
Este
Tutti i concerti si svolgeranno nella Chiesa di San Martino,
via San Martino
Biglietti disponibili all’entrata (5 €, bambini gratis) o contattando il Comune di Este

Altre informazioni

Dormire a Este
Mangiare a Este
[/twocol_one]

[twocol_one_last]

Espandi mappa
[/twocol_one_last]


Interessato ad una pagina promozionale simile? Contattaci all’indirizzo info@ilcorrieremusicale.it o scopri gli altri servizi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ben ritornato!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.