feldmanÈ uscito per l’etichetta Ecm il cd dell’ensemble Rothko Chapel, con composizioni di Morton Feldman, John Cage ed Eric Satie. Come si capisce dalla scelta degli autori, il cd affronta una rete di relazioni e ispirazioni musicali. L’album si apre con Rothko Chapel di Morton Feldman, dal nome della prima chiesa ecumenica costruita a Houston, Texas, per ospitare dipinti site-specific di Mark Rothko. Feldman ne ha dato la propria visione musicale “tra il tempo e lo spazio, tra la pittura e la musica”, e ha descritto la partitura come la sua “tela”.

[restrict paid=true]

Tra le importanti influenze di pittori astratti, quella dell’amico Rothko è stata prominente – Rothko, da parte sua, desiderava “innalzare la pittura al livello della musica e della poesia”. Feldman è stato poi profondamente influenzato dall’esempio di John Cage, il più implacabile degli sperimentatori del XX secolo: “L’influenza principale di Cage è stata una luce verde” ha detto Feldman. “È stato il permesso, la libertà di fare quello che volevo.” A sua volta Cage è stato un appassionato fan di Satie, con cui si chiude il cerchio dei rimandi intellettuali.

Il lungo brano di Feldman è anche il più importante, Kim Kashkashian alla viola negozia le sottili trame incandescenti dei vaporosi suoni di Feldman, insieme a Sarah Rothenberg alla celesta, alle percussioni di Steven Schick e al Coro da Camera di Houston diretto da Robert Simpson, comprese le due voci soliste (L. Snpuffer e S. Bruzauskas). Ne sortisce una interpretazione potente, lontana da certe estenuazioni spesso legate alla novità del linguaggio di Feldman. Con analogo livello di intelligenza e sensibilità, ancora la Rothenberg al pianoforte suona alcune Gnossiennes e Ogive (1886-1891) di Satie e di Cage In a Landscape (1948), e il Coro esegue di Cage Four2, Five e ear for EAR (1983-1990).

Anche il libretto che accompagna il cd, con l’interessante testo della Rothenberg e tante belle foto contribuisce alla riuscita del progetto da camera, diretto dalla pianista, cui si deve il programma e la registrazione in occasione dei 40 anni della Cappella.

[/restrict]

Pubblicato il 2016-01-11 Scritto da

Related Posts

Articolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Recensioni

Ben ritornato!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?