Gala per Mario Del Monaco


Stelle della lirica come Fiorenza Cedolins e Daniela Dessì, grandi voci e giovani promesse il 2 agosto allo Sferisterio di Macerata in un omaggio al celebre tenore scomparso trent’anni fa


I l 16 ottobre 1982 scompariva per un infarto Mario Del Monaco. Aveva 67 anni e poteva fregiarsi del ruolo, condiviso con Giuseppe Di Stefano, di tenore più popolare della sua epoca. Voce ricca e potente, temperamento fiero e spavaldo, era stato tra l’altro un Otello verdiano di rara eloquenza drammatica e proprio in questo ruolo fu tra i protagonisti della nascita della stagione lirica dello Sferisterio di Macerata. Era il 1967 e con Del Monaco c’era il figlio Giancarlo, affermatosi poi come regista d’opera e nel 1986 nominato per due stagioni sovrintendente a Macerata.

Continuando a intrattenere cordiali rapporti professionali con la stagione dello Sferisterio, Giancarlo Del Monaco ha ideato proprio in questa sede significativa un omaggio al padre, di cui stanno per compiersi i trent’anni dalla scomparsa: quindici cantanti lirici – cinque soprani, otto tenori, un mezzosoprano e un baritono – hanno aderito a titolo gratuito al programma fiume di brani e arie del grande repertorio italiano che si potrà ascoltare giovedì 2 agosto, con la FORM (Orchestra Filarmonica Marchigiana) diretta da Gianluca Martinenghi.

Composto di stelle come Fiorenza Cedolins e Daniela Dessì, nomi famosi come Aquiles Machado e Roberto Aronica, cantanti giovani ma già in brillante carriera, il cast allinea inoltre i nomi di Silvia Della Benetta, Lana Kos, Xiu Wei, Anna Malavasi, Jorge De Leon, Vladimir Galouzine, Giancarlo Monsalve, Gustavo Porta, Gianluca Terranova, Gezim Myshketa e Luca Salsi.

Il dettaglio del programma:

Verdi: I Vespri Siciliani: Sinfonia
Puccini, Tosca: “Recondita Armonia” – Jorge De Leon
Verdi, Il trovatore: “Tacea la notte placida” – Silvia Dalla Benetta
Verdi, La traviata: “È strano…Ah fors’è lui”, Lana Kos, Aquiles Machado
Puccini: Manon Lescaut: “Sola, perduta, abbandonata” – Nataliya Tymchenko
Leoncavallo, Pagliacci: “Vesti la giubba”, Vladimir Galouzine
Puccini,  ToscaVissi d’arte”, Daniela Dessì
Puccini, La bohème: “Che gelida manina”, Gianluca Terranova
Puccini, Tosca: “Mario, Mario… Son qui” – Fiorenza Cedolins, Jorge De Leon

___________

Verdi, La forza del destino: “Pace mio Dio” – Daniela Dessì
Verdi, Luisa Miller: “Quando le sere al placido”  – Aquiles Machado
Verdi, Aida: “O cieli azzurri” – Xiu Wei
Verdi, Ernani: “Mercè, diletti amici… Come rugiada al cespite” – Roberto Aronica
Giordano, Andrea Chénier: “Nemico della patria”, Marco Di Felice
Massenet, Le Cid: “Ô souverain”, Giancarlo Monsalve
Mozart, Don Giovanni: “Là ci darem la mano” – Roberto Scandiuzzi, Anna Malavasi
Ponchielli, La Gioconda:”Cielo e mar”, Gustavo Porta
Cilea, Adriana Lecouvreur “Io son l’umile ancella” – Fiorenza Cedolins
Verdi, Rigoletto, Quartetto: Dalla Benetta – Malavasi – Terranova – Di Felice

Verdi, Otello: “Niun mi tema” – Valdimir Galouzine

Il concerto si terrà alle 21.30 del 2 agosto nello Sferisterio, piazza Mazzini 10, Macerata. Per informazioni e acquisto di biglietti, boxoffice@sferisterio.it, tel. 0390733230735, www.sferisterio.it

© Riproduzione riservata


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Perché non dire la tua? Leggi e accetta la Policy sui commenti