Dobbiamo continuare a lavorare insieme

Barack Obama
Presidente degli Stati Uniti d’America

 

Nel decimo anniversario degli attacchi terroristici dell’11 settembre dobbiamo ricordare che quel giorno non vennero colpiti solo gli Stati Uniti, ma che quello fu un attacco contro il mondo, l’umanità e le nostre comuni speranze.

Dobbiamo ricordare che tra le persone innocenti, quasi 3.000, che persero la vita quel giorno c’erano centinaia di cittadini di oltre 90 nazioni: uomini e donne, giovani e vecchi, di molte fedi e molte razze. In questo solenne anniversario ci uniamo alle loro famiglie e alle loro nazioni nell’onorarne la memoria.

Con gratitudine serbiamo il ricordo di come, dieci anni fa, tutto il mondo si strinse attorno agli Stati Uniti. Dovunque città intere si fecero silenziose e si fermarono. La gente pregava nelle chiese, nelle moschee, nelle sinagoghe ed in altri luoghi di culto. E noi che ci trovavamo negli Stati Uniti non potremo mai dimenticare la solidarietà che ci veniva dimostrata in ogni parte del mondo, le veglie a lume di candela e il mare di fiori deposti fuori dalle nostre ambasciate.

Dobbiamo ricordare che nelle settimane che seguirono l’11 settembre noi agimmo come una comunità internazionale. Uniti in un’ampia coalizione abbiamo scacciato al Qaeda dai campi d’addestramento in Afghanistan, rovesciato il regime dei Talebani e dato al popolo afgano la possibilità di vivere in un mondo libero dal terrore. E tuttavia gli anni successivi sono stati difficili e lo spirito di alleanza globale nato dall’11 settembre si è logorato.

Come Presidente mi sono impegnato per rinnovare lo spirito di cooperazione globale necessario ad affrontare le grandi sfide che ci troviamo a fronteggiare. Inaugurando un’era di rinnovato impegno abbiamo forgiato alleanze con nazioni e popoli sulla base di comuni interessi e mutuo rispetto.

Come comunità internazionale abbiamo dimostrato che i terroristi non possono competere con la forza e la volontà di resistere dei nostri cittadini. Io stesso ho detto in modo chiaro che gli Stati Uniti non sono e mai saranno in guerra contro l’Islam. Insieme ai nostri alleati siamo uniti contro al Qaeda, che ha colpito in molti paesi del mondo uccidendo decine di migliaia di innocenti, uomini donne e bambini, per la maggior parte di religione musulmana.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ben ritornato!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?