Trovatore Amante Spia – Davide Daolmi


di Antonio Chemotti

coverTASbBlondel de Nesle è uno degli autori più rappresentati nella tradizione manoscritta del repertorio trovierico. Non stupisce dunque che Davide Daolmi, docente di storia della musica medioevale e rinascimentale presso l’Università degli Studi di Milano, abbia deciso di dedicargli il suo ultimo lavoro. Nulla di strano, e il titolo Trovatore amante spia: otto secoli di cronache attorno al celebre favorito che salvò re Riccardo potrebbe semplicemente essere derubricato a ammiccamento editoriale. La sensazione invece di trovarci di fronte a un libro molto particolare si fa pressante non appena posiamo gli occhi sulla prima di copertina: In realtà non così celebre…e neanche tanto favorito…a dirla tutta non si è nemmeno sicuri della sua esistenza.



Prosegui la lettura di questo articolo o guarda il  contenuto multimediale iscrivendoti al Club dei lettori del Corriere Musicale con un abbonamento Rodolfo, Rodrigo o Conte d'Almaviva 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'autore: Antonio Chemotti

Nato nel 1987 a Trento, la città del concilio, scopre presto una polverosa passione per i manoscritti e la musica antica. Decide quindi di iscriversi alla facoltà di musicologia dell'Università degli studi di Pavia, sede di Cremona, dove consegue sia la laurea triennale che la magistrale. Dal 2011 vive a Monaco di Baviera, dove svolge un dottorato di ricerca sulla polifonia pro defunctis, tutto sommato allegramente.

LA SCHEDA DEL LIBRO


Titolo: Trovatore amante spia
Autore: Davide Daolmi
Editore: LIM
Anno di pubblicazione: 2015
Numero pagine: 381
Prezzo: € 28,00
ISBN: 9788870967982
Dove acquistare:

Perché non dire la tua? Leggi e accetta la Policy sui commenti