Otto link della settimana

Pereira-und-das-Aufsichtsgremium-der-Salzburger-Festspiele-liegen-im-Streit-Archiv-


Web  Notizie interessanti e curiose dalle principali pubblicazioni online straniere


a cura di Patrizia Luppi (ha collaborato Laura Bigi)


1

Sono ormai ai ferri corti Alexander Pereira, dal 2012 Intendant (direttore) del Festival di Salisburgo, e il sindaco della città austriaca, Heinz Schaden. Questi, a nome del consiglio di amministrazione del Festival, ha tra l’altro negato a Pereira la proroga oltre il 2016, espressamente richiesta, del suo contratto. Contribuiscono all’attuale clima di ostilità le voci che danno Pereira candidato favorito per la successione di Stéphane Lissner ai vertici del Teatro alla Scala. La reazione dell’Intendant in un’intervista al Kurier.


2

La domanda è ricorrente: l’opera e il balletto sono spettacoli per pochi intenditori? In occasione del primo di un ciclo di dibattiti sull’argomento, condotto da Sarah Crompton, che si terrà l’11 marzo e sarà diffuso in diretta streaming dalla Royal Opera House di Londra sul sito del Telegraph, una piccola anticipazione.

MariinskyBallet_SwanLake_02_Credit_xx


3

Le Monde ricorda Jérôme Savary, il regista e attore scomparso il 4 marzo. Un artista ricco di immaginazione, con una grande passione per il teatro e il circo, che anche in campo operistico ha firmato allestimenti memorabili, dal segno inconfondibile.

jerome-savary-au-cafe-des-arts-de-beziers-l-homme-avait_535982_650x325


4

La sfida di allestire la nuova opera Imago (di Orlando Gough e Stephen Plaice) con un coro composto da 75 dilettanti (nella foto). Succede al Festival di Glyndebourne e lo racconta The Guardian.

imago2


5

Tra i più recenti lutti del mondo musicale, anche quello per la scomparsa a 81 anni di Rafael Puyana, grande clavicembalista colombiano che suonò tra l’altro con Yehudi Menuhin, Andrés Segovia e Jordi Savall. Articolo di El País.


6

Ritratto sul New York Times del giovane e lanciatissimo tenore albanese Saimir Pirgu, dal 14 marzo al Met per una Traviata al fianco di Diana Damrau e Plácido Domingo.

PIRGU-HEADSHOT-IN-PALMS


7

Chi era mai Ebenezer Prout? Un compositore e teorico della musica inglese vissuto tra il 1835 e il 1909, studioso händeliano e autore di una versione del Messiah che rimase per decenni la più diffusa in ambito britannico. Ne riferisce Qobuz.

prout


8

È una vera star dell’opera, uno dei cantanti che i teatri di mezzo mondo si contendono: applauditissimo in scena per le sue eccellenti interpretazioni e molto ricercato dalle signore per il suo fascino, il 48enne basso tedesco René Pape (recentemente prodottosi alla Scala nel Lohengrin che ha inaugurato la nuova stagione) si confida con Focus.de.

pape_press_055

© Riproduzione riservata


© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'autore: Patrizia Luppi

Giornalista professionista, fa parte dell’Associazione nazionale dei critici musicali. È stata a lungo redattrice di due riviste specializzate, prima Musica Viva e poi Amadeus; nel frattempo ha svolto numerose altre attività, in particolare collaborando con quotidiani (è stata fra l’altro il critico musicale del dorso milanese de La Stampa), con testate settimanali e mensili, con Rai RadioTre e con RaiSat Show. Per un decennio direttore responsabile di Esz News, quadrimestrale delle Edizioni Suvini Zerboni, conserva tuttora uno speciale interesse per la musica contemporanea; attraverso gli studi giovanili di canto, con maestre come Rosetta Noli e Carla Castellani, e quelli di recitazione svolti in età più matura, ha coltivato l’amore per l’opera lirica e per la musica vocale da camera. È vicedirettore del Corriere Musicale

Perché non dire la tua? Leggi e accetta la Policy sui commenti