Caro collega – Le lettere di Mahler


di Cesare Galla

Le lettere “di lavoro” di Gustav Mahler – a direttori d’orchestra, intendenti di teatri, compositori, critici, orchestrali, cantanti – rendono molto bene l’idea di come questo musicista abbia letteralmente consumato i trent’anni della sua vita professionale, dai primi passi nel 1880 alla morte nel 1911, in un lavoro matto e disperatissimo. Una significativa raccolta di questi scritti è ora disponibile in Caro collega (il Saggiatore 2017, pagg. 500, € 42,00). Si tratta di una testimonianza solo parziale della robustissima vocazione di Mahler alla pratica epistolare (è stato calcolato che potrebbe aver scritto dalle 3 alle 5 mila lettere, molte delle quali sono oggi considerate perdute), ma illumina come meglio non si potrebbe le incombenze del mestiere del direttore d’orchestra in un teatro d’opera nei paesi di lingua o nazione tedesca fra il tramonto del XIX e l’alba del XX secolo.

Almeno fino al 1897, da Kassel a Lipsia, da Budapest ad Amburgo, il kappellmeister Mahler, sicuramente “carrierista” ma anche dedito a una religione del lavoro artistico di assoluta integrità, si sottopone a un tour de force che appare oggi impressionante se non insostenibile. Talvolta gli si richiede di salire sul podio tutte le sere, con pochissime eccezioni, per lunghe settimane, dirigendo opere diverse e comunque altamente impegnative. Senza contare le prove, sulle quali Mahler non transigeva.



Prosegui la lettura di questo articolo o guarda il  contenuto multimediale iscrivendoti al Club dei lettori del Corriere Musicale con un abbonamento Rodolfo, Rodrigo o Conte d'Almaviva 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'autore: Cesare Galla

Scrive di musica dall'età di 20 anni, quando ancora seguiva gli studi musicologici nelle università di Bologna e Venezia, dopo il liceo classico. A 25 è diventato giornalista professionista e ha lavorato al Giornale di Vicenza come redattore, caposervizio e vice caporedattore fino al dicembre del 2014.Si è occupato di cronaca nera e bianca, di politica, di web e mondo digitale e soprattutto di spettacoli e cultura, guidando fino al 2012 le pagine ad essi dedicate. Contemporaneamente, ha sempre svolto la critica musicale, dal 1996 anche sul quotidiano veronese L’Arena. Negli ultimi 40 anni ha recensito migliaia di concerti e centinaia di rappresentazioni operistiche e ha pubblicato alcuni libri (sulle Sinfonie di Beethoven, sulla storia della Società del Quartetto di Vicenza, sul festival Settimane Musicali al teatro Olimpico, sulle rappresentazioni verdiane nel Veneto, raccontate attraverso cinque lustri di recensioni). Oggi collabora da "cronista di musica" e osservatore del mondo della cultura con Il Corriere Musicale e con la testata veneta di informazione online Vvox. Il suo sito personale d'informazione, musicale ma non solo, è www.cesaregalla.it.

LA SCHEDA DEL LIBRO


Titolo: Caro Collega
Autore: Gustav Mahler
Editore: Il Saggiatore
Anno di pubblicazione: 2017
Numero pagine: 500
Prezzo: € 42,00
ISBN: 9788842820635
Dove acquistare: Amazon

Perché non dire la tua? Leggi e accetta la Policy sui commenti