La 66ma Stagione Sperimentale di Spoleto

[wide]

Ester Grossi | Poster Stagione 2012

[/wide]

Il Teatro “A. Belli” di Spoleto ha presentato Stagione Lirica Sperimentale 2012, che da anni si pone all’avanguardia per nuovi progetti e sperimentazioni nell’ambito del teatro musicale


di Monika Prusak


C inque produzioni in cartellone si svolgeranno tra agosto e ottobre, iniziando con l’anteprima “Eine kleine Klostermusik” Intorno al Neoclassicismo francese, prevista per l’11 e il 12 agosto al Complesso Monumentale di San Nicolò, dedicata alla chanson e al pensiero teorico del primo novecento francese. Lo spettacolo sarà interpretato dagli attori Paola Bonesi e Gianluca Cheli, da Francesca Tassinari e Katarzyna Otczyk, due vincitrici del Concorso Comunità Europea per Giovani Cantanti Lirici, da Matteo Maria Zurletti al violoncello, e dai quattro pianisti Andrea Mele, Francesco Massimi, Jonathan Santagada e Matteo Ziraldo.

A settembre si riparte con una nuova produzione di teatro musicale contemporaneo che, come di consueto, invita alla collaborazione una personalità dello spettacolo e della cultura. Si tratta di Opera migrante, con drammaturgia, messa in scena e regia di Mario Perrotta, regista e autore, vincitore del Premio Ubu 2011 per il progetto triennale “Trilogia sull’individuo sociale”. L’Opera migrante sarà divisa in due momenti drammaturgici, due atti uniti da un filo conduttore comune: le problematiche dell’integrazione e dell’immigrazione, raccontate nella prospettiva dello spazio scenico e della struttura narrativa beckettiani. L’elaborazione musicale della prima parte “Andante italiano alla belga” è stata affidata a Lucio Gregoretti, mentre la seconda “Fuga straniera con moto” ad Andrea Cera, già collaboratore del Teatro “A. Belli” nelle stagioni passate. Accanto agli attori Mario Perrotta e Paola Roscioli, faranno parte del cast i cantanti Chiara Osella, Katarzyna Otczyk e Marco Rencinai, accompagnati dall’ensemble strumentale dell’Orchestra del Teatro Lirico Sperimentale (OT.Li.S) diretto da Marco Angius.

Da sinistra Claudio Lepore Direttore Generale Teatro Lirico Sperimentale “A.Belli” di Spoleto, l’Assessore alle Attività Culturali della Provincia di Perugia Donatella Porzi, Assessore ai Beni ed alle Attività Culturali della Regione Umbria Fabrizio Felice Bracco, l’Assessore all’ Istruzione del Comune di Spoleto Battistina Vargiu, il Vice Presidente del Teatro Lirico Sperimentale “A.Belli” di Spoleto Maria Chiara Rossi Profili e Michelangelo Zurletti Direttore Artistico Teatro Lirico Sperimentale.

Nei giorni 14-16 settembre il Piccolo Teatro di San Nicolò metterà in scena la regia di Giorgio Bongiovanni de La Favola dei Tre Gobbi di Vincenzio Legrenzio Ciampi su libretto di Carlo Goldoni, i cui intermezzi saranno rappresentati per la prima volta in epoca moderna. Il 13 settembre lo spettacolo andrà in scena in anteprima nell’Auditorium Santa Caterina di Foligno, nell’ambito della XXXIII edizione di Segni Barocchi Festival. Tra i protagonisti Francesca Tassinari, Arete Teemets, Edoardo Milletti, Marco Rencinai, Jacopo Bianchini e Daniele Antonangeli. L’ensemble strumentale dell’O.T.Li.S. sarà diretto da Francesco Massimi.

Seguirà “Lieder & Lieder 7” Dal mito al Mito, lo spettacolo che, con regia di Andrea Stanisci, rievocherà i il mondo poetico dell’antica Grecia, proponendo allo stesso tempo una rivisitazione del mito di autori antichi e moderni come Petrassi, Dellapiccola, Britten, Monteverdi, Gounod e Ravel, attraverso la loro opera vocale da camera. I testi saranno interpretati da Dino Villatico, Paola Bonesi, le parti cantate, invece, da Arete Teemets, Chiara Osella, Katarzyna Otczyk, Marco Rencinai, con Marco Forgione al pianoforte.

L’ultimo appuntamento in programma è La Traviata di Giuseppe Verdi, con regia, scene e costumi di Stefano Monti, che andrà in scena al Teatro Nuovo di Spoleto tra il 18 e il 23 settembre, con repliche al Teatro Morlacchi di Perugia (24-27 settembre), al Teatro degli Illuminati di Città di Castello (28 settembre), al Teatro Mancinelli di Orvieto (29 settembre), al Teatro Comunale di Todi (30 settembre), al Teatro Lyrick di Assisi (2 ottobre) e, infine, al Teatro Italia di Roma (3- 7 ottobre). La direzione dell’Orchestra del Teatro Lirico Sperimentale sarà affidata a Carlo Palleschi e Daniele Squeo. Nel doppio cast si esibiranno Galina Bakalova, Anna Maria Carbonera, Sofia Mitropoulos, Roberto Cresca, Giuseppe Distefano, Edoardo Milletti, Daniele Antonangeli, Costantino Finucci, Chiara Osella, Kartarzyna Otczyk, Silvia Pantani, Arete Teemets, Marco Rencinai e Jacopo Bianchini.

Tra gli eventi collaterali, attraverso i quali il Teatro “A. Belli” vuole proporre un Sistema Cultura che coinvolga le attività e le associazioni presenti sul territorio, si segnala “Cinema Migrante”, in collaborazione con la rassegna cinematografica Il Parco del Mondo e il Premio per il Cortometraggio Sociale Nickelodeon di Spoleto.

© Riproduzione riservata


© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'autore: Monika Prusak

Monika Prusak, musicista, musicologa e docente. Diplomata in Flauto traverso e laureata in Educazione artistica nel campo dell’arte musicale e Direzione di coro presso l’Accademia di Musica “F. Chopin” di Varsavia, in Canto presso il Conservatorio di Musica “V. Bellini” di Palermo e in Musicologia e Beni Musicali presso l’Università degli Studi di Palermo, ha conseguito il Dottorato di ricerca in Storia e analisi delle culture musicali presso la Sapienza - Università di Roma con una tesi dal titolo Il senso musicale del Nonsense: Petrassi e Ligeti. Due esempi di “neomadrigalismo” nel secondo Novecento. Ha al suo attivo conferenze scientifiche e divulgative su argomenti musicologici (Sibelius Academy di Helsinki, Società Italiana di Musicologia, Associazione Amici di Santa Cecilia di Roma, Bologna Festival, Istituto Polacco di Roma, Conservatorio di Musica “V. Bellini” di Palermo) e collaborazioni pubblicistiche (Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, Teatro Massimo di Palermo, Opera di Wroclaw, Drammaturgia Musicale, Il Giornale della Musica, riviste Ruch Muzyczny e Krytyka Muzyczna di Varsavia). Dal 2011 è critico musicale presso «Il Corriere Musicale» on-line e fa parte del comitato di redazione della rivista musicologica «Krytyka Muzyczna» di Varsavia, fondata da Michał Bristiger.

Perché non dire la tua? Leggi e accetta la Policy sui commenti