Amici della Musica di Firenze, Stagione 2014-15

Alexander Lonquich aprirà la stagione l'undici ottobre

Alexander Lonquich terrà il concerto inaugurale l’11 ottobre 2014


Presentata oggi la nuova programmazione, cinquantanove gli appuntamenti tra concerti, lezioni e masterclasses. In cartellone Aldo Ciccolini, Maria João Pires, Murray Perahia, András Schiff, Anne Sofie von Otter, Hilliard Ensemble e molti altri. Passigli:«Presento la stagione pur non avendo la certezza dei fondi»


di Michele Manzotti


È DIFFICILE SCINDERE del programma degli Amici della musica 2014-15 da una precedente, e inconsueta, conferenza stampa. Quella in cui il presidente Stefano Passigli annunciava le difficoltà economiche dell’istituzione con un appello agli enti locali. «Presento la stagione pur non avendo la certezza dei fondi – ha spiegato Passigli –. Con la Regione è stato avviato un progetto di collaborazione, mentre con il Comune (che ci relega al penultimo posto come entità dei contributi) non ci sono contatti».  A intervenire in supporto degli Amici della musica è stato Marco Giorgetti, direttore generale della Pergola, sede dei concerti, con proposta al consiglio di amministrazione la possibilità di fornire all’associazione un affitto agevolato nell’ambito di un rapporto di collaborazione. E anche il direttore artistico del teatro Gabriele Lavia ha voluto sottolineare la sua vicinanza. Il numero degli appuntamenti è comunque sostanzialmente uguale a quello della scorsa stagione (59 tra concerti, alcuni in collaborazione con il Maggio musicale, e incontri-concerto) con la sospensione per il secondo anno consecutivo della rassegna «Settembre musica» e la diminuzione delle masterclass (15 invece di 18).

La stagione, che partirà il prossimo 11 ottobre, si muove come abitudine secondo varie linee tematiche con un punto in comune che è la musica di Johann Sebastian Bach. Gran parte degli appuntamenti è focalizzata sul pianoforte e i suoi grandi interpreti: citiamo Aldo Ciccolini, Maria João Pires, Murray Perahia, András Schiff ma anche il debuttante Benjamin Grosvenor, oltre alla sorpresa Sir Anthony Pappano che scenderà temporaneamente dal podio per un concerto in duo con il violoncellista Luigi Piovano. Tornano i grandi gruppi vocali (Hilliard Ensemble, Tallis Scholars, King’s Singers) e, tra le voci per la liederistica, quelle di Anne Sofie von Otter, dell’esordiente Sara Mingardo, di Matthias Goerne. Tornano anche i  quartetti di fama come il Casals, Hagen, Kelemen, Prometeo e i solisti degli archi come Isabelle Faust, Kolja Blacher e Sol Gabetta. Per informazioni e abbonamenti 055608420 e  www.amicimusica.fi.it

© Riproduzione riservata


© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'autore: Michele Manzotti

Nato a Firenze nel 1960, è musicologo e giornalista. Dopo essersi laureato in Lettere nel 1986, ha collaborato con varie riviste, e ha insegnato storia della musica al Liceo musicale di Arezzo. Assunto al «Resto del Carlino» nel 1990, dal 1995 lavora a «La Nazione», dove attualmente è all'ufficio centrale. Nel 2002 in «Civiltà Musicale» è stato pubblicato il suo catalogo delle musiche non operistiche di Arrigo Boito. Dello stesso anno è l'uscita del libro Attilio Brugnoli-Il pianoforte e la sua mano (Polistampa, Firenze) con cd allegato con la prima incisione assoluta delle musiche di Brugnoli, compositore di cui ha poi raccolto l'opera omnia per l'Enap stampata da Laterza nel 2006. Cura inoltre tramissioni per l'emittente Rete Toscana Classica e collabora con gli Swingle Singers.

Perché non dire la tua? Leggi e accetta la Policy sui commenti