Posts Tagged 'Valery Gergiev'

I venticinque anni del Festival di Verbier

I venticinque anni del Festival di Verbier

Il festival di Verbier ha festeggiato quest’anno il suo XXV anniversario: un quarto di secolo durante il quale la musica è diventata quasi parte integrante del paesaggio alpino del Canton du Valais, tra boschi e funivie, chalet di legno e alpeggi. A Verbier, i concerti cameristici sono ospitati in un piccola chiesa, quelli sinfonici alla Salle de Combins, grande tendone ricoperto recentemente con un nuovo tetto in resina isolante, che ripara un po’ meglio dal rumore della pioggia. I concerti …

Il metodo Gergiev

Il metodo Gergiev

Milano non si può ancora permettere la presenza prolungata di un direttore valente come Gergiev, che ad esempio l’anno scorso ha presentato a Parigi il ciclo completo delle sinfonie di Šostakovič, ma si difende come può, viste le difficoltà di questi tempi, e lo fa attraverso la Filarmonica con un singolo concerto dal programma corposo e interessante

Les Troyens, campionario alla russa

Les Troyens, campionario alla russa

Per tornare ad aspetti più concreti, Gergiev esegue integralmente con la sola omissione delle danze dell’atto III (cos’avrà poi fatto di male quella manciata di minuti in un’opera di quattro ore?), abdica da un credibile ruolo di narratore e si compiace assai degli sfoghi machisti a piena orchestra (in particolare nella Chasse royale et orage, dove tuttavia i fulmini scagliati da Zubin Mehta, Firenze 2002, avevano altro fulgore e schianto).