Posts Tagged 'Mozart'

Le nozze di Figaro a Palermo, la visione di Chiara Muti

Le nozze di Figaro a Palermo, la visione di Chiara Muti

Con un unico e insuperabile gesto Mozart mette insieme la rappresentazione di un’azione complessa e la pittura di sentimenti umani dinamicamente sfaccettati; proprio per questo Le nozze di Figaro frustrano le letture moralistiche, per definizione portate a irrigidirsi in un principio unico, portandole a due conclusioni in apparenza ugualmente ben fondate, ma nella sostanza del tutto inconciliabili. Da un lato, l’opera rifletterebbe un certo spirito libertino squisitamente settecentesco; dall’alt

«Bastien und Bastienne», il giovane Mozart

«Bastien und Bastienne», il giovane Mozart

Probabilmente commissionato al dodicenne Wolfgang nientemeno che dal famoso Conte Anton Mesmer, che lo fece rappresentare nei giardini della propria magione viennese, il Singspiel Bastien und Bastienne appartiene alla scia di tutti quei lavori di stampo arcadico che presero origine dal Devin du village di Rousseau (1752). In particolare la parodia di Favart (“Les amours de Bastien et Bastienne”) dell’anno successivo venne rappresentata anche a Vienna poco più tardi e da questo lavoro venne . . .

Doppio András Schiff

Doppio András Schiff

Secondo appuntamento di un trittico dedicato da Schiff agli ultimi lavori scritti dai grandi classici viennesi, il concerto dell’11 Gennaio per le Serate musicali di Milano si è svolto come il precedente senza il rispetto del consueto intervallo e con la presenza sul palcoscenico di due strumenti dalle caratteristiche molto differenti, un Bösendorfer e uno Steinway. Quest’ultimo ci è apparso in condizioni non molto brillanti, fatto questo che ha avvantaggiato la ricezione del timbro, del colore

«Die Zauberflöte» multimediale a Verona

«Die Zauberflöte» multimediale a Verona

L’affollato autunno del Flauto magico, in scena da Venezia a Palermo, vede anche un’altra tappa in terra veneta, in quel di Verona, teatro Filarmonico. E se è normale che fra Laguna e Lilibeo non ci si curi di particolari coordinamenti, è tutt’altra storia che il capolavoro ultimo di Mozart venga rappresentato in due distinte nuove produzioni a un centinaio di chilometri di distanza l’una dall’altra in sostanziale continuità di calendario, con le prime distanziate di neanche venti giorni. Qui il

«Die Zauberflöte» a Palermo

«Die Zauberflöte» a Palermo

Alleggerire Il flauto magico da «ingombranti simboli e oscurità» per lasciare che la musica illumini il senso: è questa la premessa con la quale Roberto Andò firma la messa in scena dello Singspiel mozartiano al Teatro Massimo di Palermo. L’interpretazione di Andò, supportata dall’armoniosa collaborazione di scene e luci oniriche di Gianni Carluccio, si concentra, infatti, sulla leggerezza coinvolgente della fiaba, accentuandone soprattutto gli aspetti comici con protagonisti che scendono spesso

Die Zauberflöte a Venezia, la scuola illuminata

Die Zauberflöte a Venezia, la scuola illuminata

Gli esami non finiscono mai. E il concetto di buona scuola non l’ha certo inventato il governo Renzi ma la Rivoluzione Francese, che per la prima volta ha strappato al controllo della Chiesa l’istruzione. All’appello del pubblico veneziano Damiano Michieletto e il suo staff presentano Die Zauberflöte, destinata ad essere ricordata come una delle sue migliori intuizioni. Una storia iniziatica che, se ha la leggerezza della favola, gode di una concezione d’impianto di raro acume che si ancora….