Posts Tagged 'Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia'

Breve viaggio all’interno di tre grandi realtà sinfoniche italiane

Breve viaggio all’interno di tre grandi realtà sinfoniche italiane

Le classifiche sono così: tendono a indispettire, quindi fanno nascere sospetti. Di legittimità, quanto meno. O di obiettività. E lasciamo perdere il resto. Funziona in questo modo già per il campionato di calcio, figurarsi se ci avventuriamo nel campo dell’opinabile per eccellenza, quando ci sono di mezzo l’arte, la creatività, la percezione, le sensazioni. E se poi si pretende di ridurre il tutto a un voto come a scuola, a qualche stellina a fianco di un nome o di un titolo, come nonostante…

Hélène Grimaud e Antonio Pappano con l’Accademia di Santa Cecilia

Hélène Grimaud e Antonio Pappano con l’Accademia di Santa Cecilia

È un suono caldo e trascinante che porta un gradito tocco mediterraneo al nord, dove i primi raggi di sole della primavera sono tutt’ora soffocati da un cielo plumbeo. L’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, in questi giorni in tournée in Germania, si presenta come ambasciatrice della cultura musicale del suo paese. Sotto la direzione di Antonio Pappano i musicisti trasformano la Philharmonie…

Pappano e Santa Cecilia a Parma per Verdi

Pappano e Santa Cecilia a Parma per Verdi

Una sinfonia immaginaria fatta con sinfonie d’opera verdiane. A patto di rimanere nell’àmbito del gioco, se ne potrebbe immaginare una con, nelle posizioni e nei ruoli canonici dei quattro movimenti, la Sinfonia dell’Aida (sic), il Preludio dei Masnadieri, il Ballo del Macbeth e la Sinfonia della Forza del destino.Senza giocare e senza pretendere, al Teatro Regio di Parma, il 18 ottobre e per il Festival Verdi, una sinfonia di sinfonie non molto differente è stata di fatto assemblata nel. . . .

Accademia Nazionale di Santa Cecilia, inaugurata la Stagione 2015-16

Accademia Nazionale di Santa Cecilia, inaugurata la Stagione 2015-16

L’Accademia Nazionale di Santa Cecilia apre quest’anno la Stagione 2015-16 con un breve ciclo dal titolo Beethoven e i contemporanei. Cinque serate, ideate dallo stesso Pappano, vere e proprie occasioni di dialogo e di incontro tra la musica del colosso viennese e i contemporanei. Questo secondo termine rimane però volutamente ambiguo e dai confini sfumati: accanto all’integrale delle sinfonie beethoveniane verranno infatti eseguite opere di autori del tempo di Beethoven, come Cherubini………

Il senso della crisi nel “Titano” di Valčuha

Il senso della crisi nel “Titano” di Valčuha

Mahler non aveva una grande considerazione di Puccini, che posponeva a Mascagni e perfino a Leoncavallo. A parte l’ironica e urticante descrizione di Tosca in una celebre lettera alla moglie («al giorno d’oggi, qualsiasi dilettante sa orchestrare alla perfezione»), neanche Bohème gli piaceva granché e come direttore dell’Opera di Vienna fu piuttosto “avaro” di spazio per l’operista italiano, del quale aveva peraltro diretto la prima tedesca delle Villi

Peter Eötvös e Martin Grubinger a Roma

Peter Eötvös e Martin Grubinger a Roma

Le muse ispiratrici, care alla mitologia classica, esistono anche nella storia della musica: sono generalmente musicisti in carne ed ossa, che col loro talento e la loro spiccata personalità colpiscono l’immaginario dei compositori e innescano quella scintilla che dà l’avvio all’opera d’arte.