«PalerModerno 2014», festival di nuove musiche

Pal


Rinascono a Palermo con una nuova veste le Settimane Internazionali Nuova Musica, manifestazione cult degli anni Sessanta per la scena delle avanguardie


di Monika Prusak


SI SVOLGERÀ tra il 27 settembre e il 5 ottobre 2014 il festival “PalerModerno” che, spiega il Commissario straordinario del Teatro Massimo di Palermo Fabio Carapezza Guttuso, «rappresenta la rinascita delle celebri Settimane Internazionali di Nuova Musica, manifestazione grazie alla quale negli anni Sessanta Palermo divenne protagonista del dibattito musicale e culturale di tutto il mondo». Il Festival vuole riavvicinare il pubblico del capoluogo siciliano ai repertori del Novecento storico e delle avanguardie, per creare così una sorta di ponte verso le nuove composizioni, alcune delle quali commissionate per l’occasione. Accanto ai gruppi specializzati in musica nuova, il Fontana Mix, l’Alter Ego, l’Ex Novo, il Quartetto Prometeo e l’Associazione Curva Minore, parteciperanno alla rassegna l’ensemble polacco Kwartludium e i Neue Vocalsolisten di Stoccarda. Il programma prevede una serie di conferenze e tavole rotonde, una mostra documentaria sulla storia delle Settimane e una rassegna video di interesse storico. Inoltre, il Teatro vuole rinnovare il legame con l’Università degli Studi di Palermo e con il Conservatorio di musica “V. Bellini”, che saranno sede del Festival e di iniziative e manifestazioni collaterali.

Gli organizzatori invitano professionisti nazionali e internazionali della grafica, del design e della comunicazione, nonché i neo laureati e i diplomati in Design, Comunicazione e Pubblicità a competere per l’individuazione del marchio/logotipo del Festival. Il bando, la cui scadenza è fissata per il 28 aprile 2014, è disponibile sul sito web del Teatro.

© Riproduzione riservata


© RIPRODUZIONE RISERVATA

L'autore: Monika Prusak

Monika Prusak, musicista, musicologa e docente. Diplomata in Flauto traverso e laureata in Educazione artistica nel campo dell’arte musicale e Direzione di coro presso l’Accademia di Musica “F. Chopin” di Varsavia, in Canto presso il Conservatorio di Musica “V. Bellini” di Palermo e in Musicologia e Beni Musicali presso l’Università degli Studi di Palermo, ha conseguito il Dottorato di ricerca in Storia e analisi delle culture musicali presso la Sapienza - Università di Roma con una tesi dal titolo Il senso musicale del Nonsense: Petrassi e Ligeti. Due esempi di “neomadrigalismo” nel secondo Novecento. Ha al suo attivo conferenze scientifiche e divulgative su argomenti musicologici (Sibelius Academy di Helsinki, Società Italiana di Musicologia, Associazione Amici di Santa Cecilia di Roma, Bologna Festival, Istituto Polacco di Roma, Conservatorio di Musica “V. Bellini” di Palermo) e collaborazioni pubblicistiche (Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, Teatro Massimo di Palermo, Opera di Wroclaw, Drammaturgia Musicale, Il Giornale della Musica, riviste Ruch Muzyczny e Krytyka Muzyczna di Varsavia). Dal 2011 è critico musicale presso «Il Corriere Musicale» on-line e fa parte del comitato di redazione della rivista musicologica «Krytyka Muzyczna» di Varsavia, fondata da Michał Bristiger.

Perché non dire la tua? Leggi e accetta la Policy sui commenti