Monthly Archives: Aprile 2017

Elektra al San Carlo di Napoli

Elektra al San Carlo di Napoli

Il sipario del San Carlo si apre sulle geometrie fredde e inospitali della reggia degli àtridi: ieraticità e cemento come moderna cristallizzazione di un antico mito; questa la scelta visiva dello scenografo Anselm Kiefer per l’Elektra di Richard Strauss: un’istallazione che occupa l’intero spazio scenico e rende perfettamente quell’operazione di risemantizzazione e riappropriazione del mito fatta nel 1909 dal compositore e dal drammaturgo Hugo von Hofmannsthal. La rappresentazione si pone in pe

L’incoronazione di Dario a Torino, kermesse vivaldiana

L’incoronazione di Dario a Torino, kermesse vivaldiana

Grande e significativo afflusso di pubblico a Torino per il «Festival Vivaldi» (5-23 aprile 2017) promosso dalla città medesima (con un ricco cartellone di opera, concerti, cinema, mostre, incontri e varie manifestazioni collaterali). Capofila il Teatro Regio e la direzione artistica di Gastón Fournier-Facio che ha fortemente voluto il Festival, ideandolo e coordinandolo; e proprio al Regio, la sera di giovedì 13 aprile 2017, è andata in scena L’incoronazione di Dario, il vero clou dell’intera

Estonian Music Days

Estonian Music Days

«Vogliamo che gli studenti abbiano accesso da subito a commissioni, ad esperienze con orchestre e gruppi da camera professionisti. È importante che siano pronti a quello che verrà dopo e che si sentano supportati, possano confrontarsi e trovare quello che più manca al giorno d’oggi: il coraggio di sperimentare.»

La Gazza ladra vola ancora nei cieli di Milano

La Gazza ladra vola ancora nei cieli di Milano

Un notevole successo, per nulla adombrato da qualche disapprovazione mirata e calcolata durante lo svolgimento dello spettacolo e come al solito ripresa in uno spiacevole battibecco finale tra certi loggionisti e il pubblico che loro rispondeva dalla platea: questa la cronaca della serata che doveva riparare – e ha in effetti riparato – il torto di una assenza de La gazza ladra dal Teatro alla Scala durata quasi cento e ottanta anni. Un periodo di vuoto che spesso fa seguito a stagioni di ampio

Akademie für Alte Musik Berlin a Torino

Akademie für Alte Musik Berlin a Torino

È DI GRAN LUNGA il coro il protagonista assoluto della bachiana Messa in si minore che a Torino – la sera di lunedì 3 aprile 2017, presso l’Auditorium ‘Agnelli’, per la stagione di Lingotto Musica – ha potuto beneficiare di un’interpretazione di altissimo livello: grazie alla superlativa performance dell’Akademie für Alte Musik Berlin magistralmente diretta da Martin Lehmann, abile nel vivificare ogni singola battuta coi giusti fraseggi, imprimendo laddove occorre quella scioltezza propulsiva e

Maurizio Pollini a Berlino: Chopin tra furore e malinconia

Maurizio Pollini a Berlino: Chopin tra furore e malinconia

Tra le altre innumerevoli cose, bisogna osservare l’uso che Maurizio Pollini fa del pedale sinistro del pianoforte per provare ad analizzare la sua arte. Un’arte complessa e raffinata che ha come risultato una grandissima naturalezza pianistica e chiarezza musicale. Il pianista milanese, oggi settantacinquenne, è tornato alla Philharmonie di Berlino con un programma dedicato interamente a Chopin: i Notturni op. 27 ed op. 55, le Ballate n. 3 e n. 4, la Sonata n. 3, la Berceuse op. 57, lo Scherzo

Bolzano, Nozze negli anni Sessanta

Bolzano, Nozze negli anni Sessanta

Se c’è un’opera in grado di “assorbire” i tic più bizzarri e le trovate più fantasiose dei registi, questa è Le nozze di Figaro. Può sembrare strano, pensando alla connotazione nettamente “politica” della commedia di Beaumarchais da cui deriva, storicamente cruciale (scritta nel 1778, arrivò in scena nel 1784) nel suo esaltare la rivalsa della nascente borghesia nei confronti della nobiltà. Su questo piano, la vicenda avrebbe senso solo all’epoca in cui si svolge, la vigilia della rivoluzione..

Lukas Geniušas tra Prokof’ev, Schumann e Grieg

Lukas Geniušas tra Prokof’ev, Schumann e Grieg

Per il suo nuovo recital alla Società dei Concerti, tenutosi la scorsa settimana, il ventiseienne Lukas Geniušas ha voluto onorare il 125mo anniversario della nascita di Sergei Prokof’ev includendo le Sonate n. 5 (nella versione riveduta dal compositore e pubblicata postuma nel 1955) e n. 2 al termine di un programma ben congegnato che nella prima parte esplorava l’universo schumanniano del Carnevale di Vienna e si rivolgeva poi a una scelta dai Pezzi lirici di Grieg. Le qualità pianistiche e…

Ancora una volta una burrascosa Anna Bolena alla Scala

Ancora una volta una burrascosa Anna Bolena alla Scala

Anna Bolena NON HA PACE sul palcoscenico della Scala, quasi a confermare una sorta di maledizione che grava sull’opera dopo il famoso spettacolo di Visconti che aveva rivelato nel 1957 ancora una volta una Callas al di sopra di ogni aspettativa. Per questa ripresa del titolo si è scelto, in modo piuttosto azzardato, di rivolgersi a un allestimento dell’Opéra National de Bordeaux con la regìa di Marie-Louise Bischofberger,