Tutti i post di Ilaria Badino

L'autore: Ilaria Badino

Laureata in Storia della Musica con una tesi di prassi esecutiva sull'Otello rossiniano, diplomata in Management per lo Spettacolo presso la SDA Bocconi, autrice di testi e presentatrice per il canale satellitare Classica, collabora come critico musicale per le riviste MUSICA, Il Corriere Musicale e per la Radio Svizzera Italiana.

Héroïnes Haendéliennes, Cecilia Bartoli a Parigi

Héroïnes Haendéliennes, Cecilia Bartoli a Parigi

L’ultimo concerto che Cecilia Bartoli ha portato sulle assi dell’a lei caro Théâtre des Champs-Élysées non s’è certo profilato nelle forme e nei modi consueti che questo termine in genere designa nel mondo della musica classica. Vedremo poco a poco perché. La prima cosa che fa piacere notare è come la compagine che l’ha accompagnata, quella dei Musiciens du Prince-Monaco, annoveri un elevato numero di strumentiste donne anche non più di verdissima età. Il brano orchestrale introduttivo allo spet

Parigi, la vendetta di Ermione

Parigi, la vendetta di Ermione

Ermione è uno di quei titoli da far tremare i polsi. L’avveniristica “azione tragica” in due atti che andò incontro ad un clamoroso insuccesso la sera della prima, il 27 marzo 1819, al San Carlo di Napoli, viene ancora oggi dispensata assai raramente al pubblico di tutto il mondo, quasi fosse una bomba inesplosa da maneggiare con cura. Ma adesso che dovremmo esserci abituati alla crudezza del finale – la conclusione drammatica era ancora un tabù all’epoca di Rossini – e che da tempo abbiamo i me

Diana Damrau e Nicolas Testé a Genova

Diana Damrau e Nicolas Testé a Genova

Diana Damrau, o della gioia di fare musica. Così potrebbe intitolarsi una biografia del soprano bavarese dai capelli colore del sole, che dalla sua terra natìa ha ereditato quell’esuberanza al luppolo che prima di lei è stata cifra distintiva di altri cantanti artisticamente cresciuti nelle regioni meridionali di lingua tedesca. Quell’effervescenza bionda, spumeggiante e fresca come un buon boccale di Augustiner, il cui tratto saliente risiede in uno slancio genuino, sincero, irresistibile.

The Opera Platform

The Opera Platform

L’associazione belga Opera Europa lancia, all’interno di una tre giorni di conferenze tenutasi al Teatro Real di Madrid, una nuova realtà online. Presente anche Alexander Pereira: il suo intervento si configura sin da subito come un one-man-show: rifiuta la poltrona, scavalca le cattedratiche scrivanie, ci si siede sopra e parla a braccio

Terrible!

Terrible!

Stéphane Lissner, ex Sovrintendente e Direttore artistico del Teatro alla Scala, attualmente Direttore dell’Opéra National de Paris, non riconosce alcune notissime pagine della lirica. Lui si difende: «I grandi classici sono quelli che mi piacciono di meno»

Heart’s Delight – Beczała

Heart’s Delight – Beczała

Il cantante polacco prosegue proponendo il curioso duetto postumo nientepopodimeno che con la voce registrata di Tauber in “Du bist die Welt für mich” dall’operetta Der Traum singende, composta nel 1934 dallo stesso tenore per Mary Losseff, dapprima la sua musa e poi la sua seconda legittima consorte

Intervista a Olga Peretyatko

Intervista a Olga Peretyatko

«Mi stupisco di come a volte alle prime io sia tranquilla e vada dritta come un carro armato: è forse qualcosa che mi deriva dal karate, mi concentro. Credo che si debbano affrontare gli impegni senza fissarsi sulle aspettative; piuttosto, bisogna essere preparati, trovarsi nella massima condizione di salute, rilassati e riposati.»