Posts Tagged 'Teatro Regio di Torino'

Una «Tosca» di classe a Torino

Una «Tosca» di classe a Torino

Una Tosca indubbiamente di qualità e di classe, quella vista al Regio di Torino la sera di martedì 9 febbraio 2016, sia pure con qualche neo specie sul piano registico e quanto a direzione musicale. E allora innanzitutto i punti di forza dello spettacolo, andato in scena dinanzi ad una sala gremitissima (con la determinante sponsorizzazione di Reale Mutua), e si tratta di allestimento del Regio frutto di coproduzione col Comunale di Bologna (produzione originale: Hyogo Performing Arts Center. .

I «Carmina Burana» protagonisti a Torino

I «Carmina Burana» protagonisti a Torino

Proporre sulle scene di un teatro lirico alcunché pensato per una dissimile destinazione costituisce sempre una sfida: che si tratti di un allestimento semi-scenico (come talora accade per alcuni capolavori sacri, quali ad esempio le bachiane Passioni) ovvero che si tratti di una vera e propria messa in scena di “qualcosa” che, pur essendo altro rispetto al teatro, possiede una sua insita teatralità. E dunque una partitura sinfonico-corale, ma dalle esplicite potenzialità spettacolari: è questo

Una «Dido and Aeneas» poetica ed acrobatica

Una «Dido and Aeneas» poetica ed acrobatica

Che Didone ed Enea del sommo Purcell sia un capolavoro assoluto è quasi un’ovvietà. Una partitura di singolare bellezza, più ancora, di inusitata saldezza drammaturgica grazie anche al conciso libretto di Nahum Tate che, non a caso — a più di trecento anni dall’epoca di composizione (1689) — seduce tuttora le platee di tutto il mondo. Una partitura — per inciso — nata per una necessità contingente, un saggio di scuola o poco più, per un londinese collegio femminile a Chelsea guidato da Josias..

Puccini e Granados a Torino

Puccini e Granados a Torino

Spesso abbiamo letto saggi e articoli tendenti se non a screditare certo a ridimensionare la grandezza della pucciniana Suor Angelica con distinguo e riserve (talora capziose): il soggetto ritenuto debole da alcuni, soprattutto l’obiettiva difficoltà di rendere in maniera convincente…

«La vedova allegra» chiude la stagione del Regio di Torino

«La vedova allegra» chiude la stagione del Regio di Torino

Felice conclusione di stagione, al Regio di Torino, la sera dello scorso 27 giugno nel segno dell’operetta. E si trattava di uno dei titoli più noti ed amati dal pubblico. Pur tuttavia – occorre ammetterlo in tutta franchezza e con sano senso critico – l’operetta è un genere ormai ‘cotto’ e ‘decotto’. E se il melodramma, l’opera, insomma, purché trattata con le dovute attenzioni, gode tuttora di ottima salute, sopporta bene attualizzazioni registiche talora azzardate e…

«Dittico fiorentino»

«Dittico fiorentino»

Per quanto possa sembrare singolare, a Torino non la si era mai vista. E dunque per il pubblico (e diciamolo con franchezza, in parte anche per gli addetti ai lavori) è stata una gradita sorpresa. Si tratta dell’opera in un atto Una tragedia fiorentina che Zemlinsky compose su soggetto tratto dall’omonimo (incompiuto) racconto di Oscar Wilde nella traduzione di Max Meyerfeld