Monthly Archives: Aprile 2014

Roma Opera Aperta

Roma Opera Aperta

Nel suggestivo spazio delle Terme romane, che quest’anno potrà offrire 1400 posti in più al pubblico grazie a recenti lavori di ristrutturazione, gli appassionati d’opera godranno di ben 16 spettacoli, quasi il doppio di quelli dello scorso anno. «Vogliamo che Caracalla diventi un must per chiunque si trovi a Roma nei mesi estivi, cittadini e turisti»

Devia e Ganassi, regine per Donizetti

Devia e Ganassi, regine per Donizetti

Quante volte «Maria Stuarda»! A otto anni dal debutto come protagonista nell’opera di Donizetti, Mariella Devia ha collezionato recite a Roma, Catania, Milano, Napoli, Piacenza, Modena, Bergamo, Rovigo e Firenze, fino a quelle, recentissime e delle quali si va a dire, al Teatro Filarmonico di Verona

Schumann sacro

Schumann sacro

Toccante e pienamente convincente esecuzione, a Torino, della schumanniana Messa in do minore op. 147, riuscito lavoro degli ultimi anni, quelli ormai prossimi alla catastrofe psichica: pur tuttavia all’ascolto di questa pagina eccelsa composta nel marzo del 1852, non si percepiscono cedimenti

«PalerModerno 2014», festival di nuove musiche

«PalerModerno 2014», festival di nuove musiche

Si svolgerà tra il 27 settembre e il 5 ottobre 2014 il festival “PalerModerno” che, spiega il Commissario straordinario del Teatro Massimo di Palermo Fabio Carapezza Guttuso, «rappresenta la rinascita delle celebri Settimane Internazionali di Nuova Musica, manifestazione grazie alla quale negli anni Sessanta Palermo divenne protagonista del dibattito musicale e culturale di tutto il mondo»

Zubin Mehta a Renzi: «Defiscalizzare la cultura»

Zubin Mehta a Renzi: «Defiscalizzare la cultura»

«Ho soltanto una cosa da domandare al nostro primo ministro che sta facendo tante riforme. Gli auguro veramente di cuore di fare la defiscalizzazione anche per la cultura perché questo è importantissimo». Zubin Mehta, direttore principale del Maggio musicale fiorentino, ha lanciato questo appello a Matteo Renzi prima di illustrare il programma del festival giunto al suo 77° anno.

Sokolov, melodie sillabate ad alta voce

Sokolov, melodie sillabate ad alta voce

È tempo di ripensamenti anche per un altro grande pianista dei nostri giorni, il russo Grigory Sokolov, classe 1950, che oramai da venticinque anni si presenta al pubblico milanese grazie alla intelligente e premurosa attenzione della Società dei Concerti. In pochi si ricordano come Sokolov fosse giunto in Italia, a Torino, nel lontano 1967

La «Fantasia al potere» di Sentieri Selvaggi

La «Fantasia al potere» di Sentieri Selvaggi

Boulez, Reich, Stockhausen, Bussotti, Feldman: cinque nomi che in palinsesto sono sufficienti ad attirare come api al miele gli appassionati della musica detta contemporanea. Quel repertorio, così denominato nonostante il lungo tempo oramai trascorso dagli anni del dopoguerra (termine a quo si suole far iniziare la definizione di contemporaneo), è stato in grado di offrire un ventaglio eterogeneo di idee

«Evgenij Onegin», ritorno difficile a Bologna

«Evgenij Onegin», ritorno difficile a Bologna

A Bologna l’Evgenij Onegin di Pëtr Il’ič Čajkovskij è ancor oggi soprattutto, per chi c’era o avrebbe voluto esserci, un ricordo dell’allestimento del 1991 al Teatro Comunale: spettacolo mozzafiato con la direzione di Vladimir Delman, la regìa di Robert Sturua e le voci di Mirella Freni, Paolo Coni, Giuseppe Sabbatini e Nicolai Ghiaurov.

Nicholas Collon a Padova con l’OPV

Nicholas Collon a Padova con l’OPV

Presente, passato, trapassato nel programma che Nicholas Collon ha scelto per il suo debutto italiano il 3 aprile con l’Orchestra di Padova e del Veneto: reminiscenze seicentesche rielaborate a distanza di un secolo in Le Tombeau de Couperin di Maurice Ravel e Three Studies from Couperin del compositore contemporaneo Thomas Adès